Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rai, dal “disgusto” per Mattarella al “metodo Soros”: è polemica sul neo-presidente Marcello Foa

Marcello Foa vanta una lunga carriera di giornalista a Il Giornale, allievo di Indro Montanelli è anche scrittore.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Non si fermano le polemiche per l’elezione di Marcello Foa alla presidenza della Rai. L’ex direttore del Corriere del Ticino, infatti, è finito subito nell’occhio del ciclone per una serie di tweet scritti nel recente passato. Tra questi, spiccano gli attacchi al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.










Leggi anche:

Rivoluzione in Rai, ecco i nuovi vertici. Di Maio: “Via parassiti e raccomandati”

Rai, ecco chi è il nuovo amministratore delegato Fabrizio Salini

Rai, ecco chi è il nuovo presidente Marcello Foa

Marcello Foa vanta una lunga carriera di giornalista a Il Giornale, allievo di Indro Montanelli è anche scrittore. Ha collaborato con diverse testate della Rai. Il neo presidente della Rai è anche professore universitario, insegna alla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università della Svizzera italiana e in passato ha tenuto corsi di giornalismo internazionale al master di giornalismo dell’Università Cattolica di Milano e al master in giornalismo dell’Università degli Studi a Milano.

Foa e’ il presidente della Rai designato dal Cdm, è vice presidente dell’associazione ‘A/Simmetrie’, un centro studi costituito da Alberto Bagnai, per promuovere la ricerca, il dibattito e la proposta politica sulle asimmetrie economiche. Bagnai, economista della Lega, è il presidente della commissione Finanze del Senato.

E’ nato a Milano nel 1963, ha la doppia cittadinanza svizzera e italiana ed è sposato con tre figli.

FOA: ORGOGLIOSO ED EMOZIONATO, FARÒ VALERE MERITOCRAZIA

“Sono orgoglioso ed emozionato per la nomina a presidente della Rai, che è giunta inaspettata nell’arco di pochissime ore”. Lo scrive su facebook Marcello Foa.

“Ringrazio di cuore il primo ministro Giuseppe Conte, i vice premier Matteo Salvini e Luigi di Maio, il sottosegretario alla presidenza Giancarlo Giorgetti, il ministro dell’economia Giovanni Tria per la fiducia accordatami- aggiunge- Mi impegno sin d’ora per riformare la Rai nel segno della meritocrazia e di un servizio pubblico davvero vicino agli interessi e ai bisogni dei cittadini italiani”.

“Sin dai tempi del mio maestro Indro Montanelli, mi sono impegnato per un giornalismo intellettualmente onesto e indipendente e da oggi rinnovo questo impegno morale nei confronti dei giornalisti e di tutti i collaboratori della Rai. Grazie di cuore al Gruppo Corriere del Ticino per questi splendidi anni trascorsi assieme. E’ stato un onore, lascio con commozione una squadra meravigliosa”, conclude.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»