Francia, domani un giorno di digiuno e preghiera per Rouen

Ci saranno veglie, celebrazioni e messe in tutto il Paese, come ha chiesto l'arcivescovo di Marsiglia, presidente dei vescovi francesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

chiesa2ROMA – Digiuno e preghiera. Rispondono così i cattolici di Francia all’orrore vissuto martedì nella piccola chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray. E’ il presidente dei vescovi francesi l’arcivescovo di Marsiglia monsignor Georges Pontier il primo a lanciare da Cracovia la proposta di vivere venerdì 29 luglio “una giornata di digiuno e preghiera per la Francia e per la pace nel mondo”. Le diocesi hanno risposto organizzando una serie di veglie, celebrazioni e messe in tutto il Paese previste da oggi fino a lunedì 1 agosto. Dal Nord al sud della Francia, si pregherà “in tutte le parrocchie delle diocesi in comunione con papa Francesco- si legge in un comunicato della diocesi di Tolone- in memoria delle vittime, delle famiglie distrutte dalla sofferenze e perchè tutti noi operiamo per la pace con le armi della preghiera e della fraternità'”.

1230-1-grande-1-chiesa-sainte-mere-eglise-normandiaSaranno celebrate messe nelle principali cattedrali del paese, anche nel santuario di Lourdes dove venerdì mattina nella cappella di Santa Bernardette si pregherà per le vittime del terrorismo e la pace. A Marsiglia, invece, in comunione con il Papa e i giovani a Cracovia per la Gmg, ci sarà venerdì una via crucis alla Basilica del Sacré-Cœur. Infine a Rouen, la diocesi di padre Jacques Hamel, verrà celebrata la messa domenica alle 10 nella cattedrale Notre-Dame e alle 16 un momento di preghiera nella Basilica di Notre-Dame di Bonsecours.

(www.agensir.it)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»