hamburger menu

‘Giovani imprenditori Vda’, presentati i progetti vincitori

Sono 5 le associazioni che hanno partecipato al bando promosso dalla Regione Valle d'Aosta

28-06-2022 16:15
lavoro giovani imprese
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

AOSTA – Dal “fare impresa è un gioco da ragazzi”, al Pmi Day fino alla creazione di nuove imprese di artigianato di tradizione. Sono i tre progetti vincitori dell’avviso pubblico “2-2022: Giovani imprenditori Vda”, promosso dalla Regione Valle d’Aosta per sostenere delle iniziative locali e regionali capaci di rispondere alle esigenze e alle priorità dei giovani valdostani tra i 14 e i 29 anni. Il bando è stato finanziato con 32mila euro -di cui 28mila di derivazione statale e 4mila messi a disposizione dalla Regione- e ha visto la partecipazione di cinque associazioni.

FARE IMPRESA È UN GIOCO DA RAGAZZI

Al progetto “Fare impresa è un gioco da ragazzi”, proposto dalla Fondazione Giacomo Brodolini, sono andati 14.825 euro che copriranno per intero il costo dell’iniziativa: “Il nostro obiettivo- spiega Emanuele Galletto della Fondazione- è di sviluppare una vocazione d’impresa e colmare il Gap che si presenta tra la conoscenza nozionistica appresa sui banchi di scuola e la realtà del mondo del lavoro attraverso cinque iniziative nell’arco di otto mesi basate sulla gamification, ovvero un format di formazione teso al gioco”. Le attività si svolgeranno alla Pépinière d’Entreprises di Aosta. I ragazzi saranno coinvolti in una prima fase ‘preparatoria’, che prevede laboratori e seminari; seguirà una parte pratica con un hackathon per sviluppare la propria idea imprenditoriale.

ARTIGIANATO

l’Ivat, l’Institut valdôtain de l’artisanat de tradition, ha invece puntato su un progetto per avvicinare i giovani al settore e accompagnarli nella creazione della loro impresa: “In Valle d’Aosta abbiamo una certa propensione alla manualità che andrebbe valorizzata- spiega il presidente Bruno Domaine-: oggi aprire una partita Iva spaventa e nel giro di dieci anni la maggior parte di chi lavora nel settore dell’artigianato andrà in pensione”. Con questo progetto, finanziato con 15.650 euro e suddiviso in una serie di azioni mirate, “vorremmo mantenere vivo e al passo con i tempi questo settore. È un ottima occasione sperimentale”, conclude Domaine.

PMI DAY

I restanti 2.370 euro, messi in palio dal bando, sono andati al progetto “Pmi Day“, messo a punto dalla Confindustria della Valle d’Aosta: “È una giornata, organizzata a livello nazionale da 13 anni, in cui le piccole e le medie imprese si aprono ai giovani, a tutte le scuole di secondo grado per far conoscere la realtà produttiva delle imprese e raccontare quello che c’è dietro l’impresa, la sua cultura e i valori che la guidano- spiega il direttore Marco Lorenzetti-. In Valle d’Aosta, in termini percentuali, abbiamo un primato per quanto riguarda la partecipazione: prima della pandemia siamo arrivati a coinvolgere 27 imprese valdostane, 1.150 ragazzi e 12 istituzioni scolastiche“. E conclude: “Questo contributo sarà riversato interamente sui ragazzi con dei gadget”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-28T16:15:57+02:00