Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ddl Zan, Fanuli (Lega): “Disarmante che la sinistra si occupi di questo”

pride_gay
La dirigente della Lega Lazio attacca sul disegno di legge contro l'omofobia in discussione al Senato: "Non può portare via così tanto tempo all’Aula e ai cittadini"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il ddl Zan non andava proprio fatto. La legge per queste discriminazioni esiste già. Rispetto a quanto sta accadendo di altro in Italia, poi, è ridicolo porre l’attenzione su questo argomento. Non può portare via così tanto tempo all’Aula e ai cittadini. Non è possibile che la sinistra si concentri su Ius soli e ddl Zan: è disarmante per quanti si trovano in difficoltà”. Così Eloisa Fanuli, dirigente della Lega Lazio, intervistata dall’agenzia Dire, in merito al ddl Zan e alle divisioni che sta generando anche nel mondo delle associazioni e nella società civile.

LEGGI ANCHE: In migliaia a Roma per il Gay Pride: “Aboliamo il Concordato, approviamo il Ddl Zan”

“TEMPI IMPREVEDIBILI, IO VOGLIO ESSERE CHIAMATA MAMMA”

Al momento “il decreto è fermo – ha spiegato – e i tempi sono imprevedibili dato il governo di larghe intese che abbiamo”. Sulla cultura che secondo la dirigente della Lega Lazio fa da cornice a questo provvedimento, Fanuli ha detto con fermezza: “Da donna, mamma e figlia non accetterò mai che mi si imponga di essere chiamata genitore 1 o 2 e non mamma”.

LEGGI ANCHE: “Vaticano contro ddl Zan, il costituzionalista: “Nessuna criticità, non mette in discussione la libertà religiosa”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»