Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

De Luca attacca Figliuolo: “Sembra un turista svedese, lui e Speranza si dimettano”

"Il generale con il medagliere ha detto tranquillamente che su AstraZeneca hanno dato 10 comunicazioni diverse, qualcuno dovrebbe ricordargli che il commissario al Covid è lui"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Mi è capitato di ascoltare il generale con il medagliere che ha parlato ieri, il quale ci ha raccontato tranquillamente che su AstraZeneca hanno dato 10 comunicazioni diverse, come se lui fosse un turista svedese. Qualcuno glielo dovrebbe ricordare che il commissario al Covid è lui, e quindi in questi casi o si dimette il commissario o il ministro della Salute, o preferibilmente si dimettono tutti e due e se ne vanno a casa che sarebbe la cosa migliore”. Lo dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha incontrato la stampa a margine dell’inaugurazione di un nuovo reparto di terapia intensiva al policlinico universitario della Vanvitelli di Napoli. Il governatore parla di una comunicazione nazionale “demenziale” che ha determinato un “rallentamento drammatico e una crisi di fiducia in milioni di cittadini”. 

LEGGI ANCHE: Figliuolo: “Sul ‘mix vaccinale’ si poteva comunicare meglio”

“CON MASCHERINA IN TASCA TI INFETTI LA MANO”

 Per il governatore “è un’assoluta ipocrisia dire, come dicono a Roma al ministero, che ti porti la mascherina in tasca. È una doppia idiozia, intanto perché le mascherine sono contagiate sulla superficie esterna, quindi se me la porto in tasca quando la prendo io mi infetto la mano, tanto per essere chiari”. “Io credo che tenere la mascherina non mi pare un grandissimo sacrificio, a fronte del rischio che corriamo con la variante Delta. In Campania – ricorda – bisogna tenere la mascherina sempre, è chiaro che se vai a mare te la togli, se stai a pranzo in un ristorante te la togli. Ma poi, che significa te la metti quando c’è un assembramento? Quando vai in strada ti devi mettere la mascherina. Sempre, tranne che se stai a mare, o vai a fare footing alle 8 di mattina”.

LEGGI ANCHE: In Campania resta l’obbligo della mascherina all’aperto e alcolici da asporto vietati dopo le 22

STOP MASCHERINE IMBECILLE. TOLTO UN ELEMENTO DI PROTEZIONE

“Questa cosa delle mascherine – aggiunge De Luca – è diventata come una battaglia di civiltà… Imbecille, hai tolto un elemento di protezione per te, per i tuoi figli e per i tuoi familiari”. “Qui a Napoli – dice – per la verità la metà già non la metteva la mascherina, mancava solo che rendessimo non obbligatorio l’uso”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»