Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Da oggi via le mascherine all’aperto, tutta l’Italia è in zona bianca

turisti_mascherine_coronavirus_imago
Ma non bisogna abbassare la guardia, l’Ecdc: "Entro fine agosto il 90% dei casi in Europa sarà dovuto alla variante Delta"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Italia torna a respirare. Dopo tanti mesi da oggi cade l’obbligo della mascherina all’aperto. L’intera penisola infatti è in zona bianca con “una incidenza stabilmente e significativamente sotto i 50 casi x 100.000 abitanti nei 7 giorni, indicativa di una contenuta circolazione del virus SARS-CoV-2”, ha fatto sapere il Cts. Non bisogna però abbassare la guardia, la variante Delta continua a diffondersi e si stima che entro fine agosto il 90% dei casi in Europa sarà di questo tipo. A lanciare l’allarme è stato l’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che ha raccomandato di completare quanto prima il ciclo vaccinale. Al riguardo ieri il il commissario straordinario al Covid Francesco Paolo Figliuolo ha rassicurato circa la quantità di vaccini disponibili: abbiamo sieri “a Rna a sufficienza. Ora usiamo AstraZeneca solo per la seconda dose agli over 60 e Johnson per le persone difficili da individuare o per categorie particolarmente mobili”. E riguardo la confusione sulla vaccinazione eterologa ha ammesso: “Probabilmente si poteva comunicare meglio”.

LEGGI ANCHE: Covid, entro fine agosto il 90% delle infezioni in Europa sarà da variante Delta

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»