Aggressione omofoba a Pescara: “Sei gay”, e lo picchiano a sangue

L'aggressione è avvenuta giovedì notte, proprio durante le celebrazioni del Pride
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Era in compagnia del suo fidanzato quando è stato aggredito da sette persone “dal marcato accento locale”, tra cui una ragazza. Prima gli insulti omofobi, poi il litigio, infine la scarica di pugni che gli ha rotto la mascella e lo ha fatto finire in ospedale. E’ quello che è accaduto a un ragazzo di 25 anni, a Pescara. L’aggressione risale a giovedì notte, proprio mentre erano in corso le celebrazioni del Pride, dedicato ai diritti delle persone omosessuali.

A riportare la notizia è il quotidiano ‘Il Centro’, che ha raccolto anche i commenti della vittima: “Non perdono i miei aggressori, mi fanno solo tanta pena”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»