Migranti, naufragio al largo del Marocco: sei morti, anche un neonato

L'imbarcazione cercava di raggiungere l'arcipelago spagnolo delle Canarie, quando si è capovolta: tra i morti, anche due donne (foto di archivio)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sei migranti, tra cui due donne e un neonato, sono morti annegati al largo delle coste marocchine. Lo riferiscono fonti di stampa locali e internazionali, sulla base di quanto reso noto dalle autorità di Rabat.

L’incidente è avvenuto ieri, davanti il porto di Sidi Ifni, nel sud del Marocco. L’imbarcazione cercava di raggiungere l’arcipelago spagnolo delle Canarie, quando si è capovolta: i soccorritori sono subito intervenuti, riuscendo a salvare dieci persone.

Come evidenziano le fonti, la rotta atlantica è impiegata da tempo da marocchini, senegalesi o persone originarie dei Paesi dell’Africa occidentale per raggiungere le Canarie e quindi l’Europa.

Più di recente, il complicarsi della situazione in Libia – dove i migranti rischiano di essere rinchiusi nei centri di detenzione o ricattati e torturati da bande criminali a scopo estorsivo – spinge le persone a ricorrere a questa rotta. Secondo Frontex, l’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, 1.531 persone hanno tentato questa via nel 2018, contro i 421 dell’anno precedente.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

28 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»