Isis, Pinotti: “Allerta alta in Italia, mai pensato di essere immuni”

[caption id="attachment_12335" align="alignleft" width="300"] R. Pinotti[/caption] ROMA - "In questi mesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
pinotti
R. Pinotti

ROMA – “In questi mesi abbiamo sempre tenuta l’allerta alta, l’Italia non ha mai pensato di essere immune dal rischio attentati, ma non abbiamo elementi per ritenere di essere più a rischio di altre nazioni europee, lo siamo come gli altri paesi”. Lo dice il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, a 1/2h su Raitre.

Al Consiglio dei ministri della prossima settimana “rinnoveremo” il provvedimento che prevede il controllo “di obiettivi sensibili in Italia da parte di seimila soldati”. Pinotti ritiene che questa debba diventare una misura “portante”, strutturale, “non episodica” come oggi. Perlomeno “fino a quando il rischio attentati non andrà scemando e non sarà conclusa la battaglia contro lo Stato islamico”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»