Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Saviano: “Di Maio ora chieda scusa per aver definito ‘taxi del mare’ le ong”

Dopo le scuse di Di Maio all'ex sindaco di Lodi Uggetti, lo scrittore ricorda che nel 2017 il ministro degli Esteri attaccò le associazioni impegnate nel Mediterraneo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha chiesto scusa per aver utilizzato ‘la gogna per fare campagna elettorale’ sull’arresto del sindaco di Lodi Simone Uggetti, oggi assolto. Un cambio di passo significativo, di cui dare atto al ministro”. Lo scrive su Facebook Roberto Saviano. “Mi aspetto, adesso, che Di Maio chieda scusa anche per aver definito le Ong ‘taxi del mare’ (nel 2017, ndr) anche quella fu gogna per fini elettorali. Spero che Di Maio – aggiunge lo scrittore – senta forte l’urgenza di chiedere perdono per aver contribuito a bloccare le ambulanze del mare, che tante vite hanno salvato quando gli Stati nazionali, per questioni di mera propaganda, hanno deciso di abbandonare un fronte in cui essere presenti era ed è un obbligo. Aspetto fiducioso questo necessario atto di responsabilità”.

LEGGI ANCHE: Di Maio: “Chiedo scusa a Uggetti, mai più gogna e imbarbarimento”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»