Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Aprilia, concluso il progetto dedicato al benessere degli studenti

ISS Carlo e Nello Rosselli di Aprilia
La cerimonia di chiusura in presenza all'ISS Carlo e Nello Rosselli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

APRILIA – Si conclude nel migliore dei modi, con una cerimonia in presenza, l’impegno del GS Flames Gold negli istituti scolastici della Provincia di Latina. Si è tenuta questa mattina, nell’aula magna dell’ISS ‘Carlo e Nello Rosselli’ di Aprilia (Latina), la cerimonia di consegna degli attestati relativi ad alcune attività del progetto ‘BENessere a scuola e Crowdfunding’, che si è avvalso della partecipazione di tanti esperti e figure professionali, dalle forze dell’ordine ai mediatori penali, dalle psicologhe agli attori teatrali.

“Ringrazio le tante persone che si sono impegnate per questo progetto, e i ragazzi, che hanno acquisito una competenza che servirà per tutta la vita– ha commentato il dirigente scolastico Ugo Vitti- Una competenza relativa all’educazione civica, che permette di stare bene al mondo rispettando le regole del vivere comune. Avete capito che le Istituzioni sono dalla vostra parte e sono pronte a supportarvi”.

ISS Carlo e Nello Rosselli di Aprilia (2)

Alla cerimonia ha partecipato anche Michele Maria Spina, questore di Latina, che ha spiegato ai ragazzi e alle ragazze il ruolo della Polizia all’interno della società. “Il nostro scopo fondamentale è quello di tentare di porre in essere strategie per il contenimento dei reati– ha detto Spina- Ricordate sempre che nell’insieme delle persone oneste, il sottoinsieme dei criminali è molto ristretto, ma fa molto chiasso, anche a causa dell’abitudine della stampa di rilanciare fortemente le notizie negative, che riguardano fatti di sangue. Penso a Scampia, dove ho prestato servizio per anni, un quartiere etichettato come piazza di spaccio per colpa di un manipolo di facinorosi, quando invece ci sono tante scuole belle come la vostra e ragazzi in gamba come voi”.

In rappresentanza della Polizia di Stato era presente anche l’ispettrice Alba Faraoni, che ha tenuto con i ragazzi degli incontri sul tema della violenza. “Abbiamo constatato che siete estremamente motivati, avete capito che la cosa più importante è avere rispetto di sé e degli altri- ha detto Faraoni rivolgendosi ai ragazzi- Non accettate mai nessuna forma di violenza o manipolazione. Siete dei guerrieri e delle guerriere, sappiate difendere voi stessi e tutto ciò che vi circonda”.

Molti sono stati i complimenti e i ringraziamenti rivolti ai ragazzi e alle ragazze presenti, in particolare per l’impegno dimostrato anche durante la pandemia, in cui sono stati fortemente sacrificati. “Grazie a voi ragazzi e ragazze che avete partecipato con interesse agli incontri sul bullismo e cyberbullismo– ha detto Carmelo Mandalari, referente GS Flames Gold- Per noi la scuola deve essere centrale, anche se in Italia è stata relegata spesso all’ultimo posto, soprattutto in quest’anno di pandemia. Toglierei la parola ‘obbligo’, perché la scuola deve essere un piacere e una visione, aperta e innovativa come un campus. Deve avvalersi sempre, come abbiamo fatto in questo progetto, di tante figure esterne che contribuiscono a renderla un luogo migliore. E, soprattutto, deve avere al centro voi ragazzi, i vostri bisogni, le vostre aspettative”.

“Voglio ringraziarvi anche io e trasmettervi la mia stima profonda per come avete saputo sopportare questo periodo, tanto difficile per voi in particolare, troppo spesso dimenticati dalla politica– ha detto Flavia Ferrazzoli dell’Istituto di Ortofonologia- Siete forti, e quest’anno l’avete dimostrato ancora di più. Voglio fare un grande applauso a voi”.

Dopo aver trasmesso un video di vari monologhi registrati a distanza dai ragazzi e dalle ragazze del corso di teatro, la cerimonia si è conclusa con la consegna degli attestati.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»