Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La Ue ringrazia i giovani, ma a Bruxelles già si tratta

Immagine-collage con i volti dei giovani elettori scelta da 'Together.Eu', il portale del Parlamento europeo, all'indomani del voto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Da “obrigada” a “blogodarja”, un grazie a colori scritto su un cartello, dal Portogallo fino alla Bulgaria: è l’immagine-collage con i volti dei giovani elettori scelta da ‘Together.Eu’, il portale del Parlamento europeo, all’indomani del voto ma anche alla vigilia di una fase piena di incognite. Sulle pagine dei quotidiani ancora oggi si è riflettuto sulla partecipazione record, oltre il 50 per cento, e sul ruolo chiave delle nuove generazioni. Già questa sera, però, si aprirà un’altra pagina. I capi di Stato e di governo dei Ventotto, Gran Bretagna compresa, si ritroveranno a cena a Bruxelles.

Nel menù ci saranno anche gli incarichi della nuova legislatura, a partire dalle presidenze della Commissione e della Banca centrale europea. Gli equilibri sono quelli, frammentati e variabili, con l’avanzata nazionalista, usciti dalle urne. Il Partito popolare resta prima forza ma con 180 seggi non potrà governare solo in alleanza con i socialisti (146 deputati). Il prescelto del Ppe per la Commissione, Max Weber, sarebbe poi già in difficoltà. Certo, conteranno anche liberali e verdi: in crescita, porterebbero in dote rispettivamente 109 e 69 seggi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»