Bomba alla sede della Lega a Treviso, arrestato anarchico spagnolo

Gli vengono contestati i reati di strage e di attentato con finalità di terrorismo in quanto ritenuto ideatore, organizzatore ed esecutore dell'azione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Arrestato il 22 maggio a Marmentino, provincia di Brescia, il militante anarchico insurrezionalista di origine spagnola Sorroche Fernandez Juan Antonio, finora latitante, e indiziato per l’attentato esplosivo contro la sede della Lega di Treviso dello scorso 12 agosto.

Treviso, ordigno rudimentale esplode davanti sede della Lega

“Al terrorista vengono contestati nello specifico i reati di strage e di attentato con finalità di terrorismo in quanto ritenuto ideatore, organizzatore ed esecutore dell’azione delittuosa”, rende noto la Questura di Venezia.

L’indagine che ha portato all’arresto è stata coordinata dalla Procura di Venezia e posta in essere da un gruppo investigativo formato da operatori della direzione centrale della Polizia di prevenzione, che ha coordinato il gruppo e messo in campo personale specializzato e supporti tecnici specifici, delle Digos di Venezia, Brescia, Treviso e Trento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

28 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»