hamburger menu

A Roma torna il fumetto d’autore con la tre giorni di ‘Arf!’

Appuntamento alla Città dell'Altra Economia dal 13 al 15 maggio con: sei mostre, lectio magistralis, talk, artisti indipendenti e molto altro

ARF 2022 - Carmine Di Giandomenico

ROMA – Sei mostre, lectio magistralis con i ‘giganti’ del fumetto e poi talk, un’area – gratuita – dedicata agli artisti indipendenti e ancora opportunità di lavoro e una sezione dedicata ai bambini: tutto questo è ARF! Il festival di storie, segni e disegni che torna nella capitale, alla Città dell’Altra Economia per l’anno numero VIII.

Tre giorni, pienissimi, dal 13 al 15 maggio, che vedranno in città disegnatori, sceneggiatori, autori unici e creativi del mondo del fumetto. Tra i nomi in calendario Silvia Ziche, Silver, Horacio Altuna (protagonisti delle tre lectio magistralis), Paco Roca, Pera Toons, Fumettibrutti, Samuel Spano, Werther Dell’Edera, Giacomo Bevilacqua, LRNZ, Zuzu, Kalina Muhova, Enrique Breccia, Otto Schmidt e tanti altri.

LE MOSTRE

In mostra ecco ‘Icone’ di Carmine Di Giandomenico, il gigante del panorama fumettistico mondiale che ha firmato il manifesto di questa Edizione Anno VIII; ‘Le case di carta’, una rassegna inedita dedicata all’intero percorso artistico di Paco Roca, considerato all’unanimità da critica e pubblico “Il maggior esponente del fumetto spagnolo contemporaneo”, prodotta in collaborazione con l’Istituto Cervantes di Roma e la Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura; ancora ’30 anni di COMIX’, una pietra miliare del fumetto italiano, con i disegni, le parole, i segni & disegni di Bonvi, Silver, Magnus, Jacovitti, Cinzia Leone, Disegni & Caviglia, Silvia Ziche; YY·BB. Yi Yang – Benxi /Bologna è la mostra di Yi Yang, la giovanissima ma già affermatissima autrice che, grazie ad un personalissimo stile di disegno che miscela la tradizione del manga al gusto europeo, sta conquistando il fumetto italiano con opere come Easy Breezy o il Dylan Dog Color Fest.

Inoltre la consueta mostra del vincitore del Premio Bartoli, quest’anno a nome di Lorenzo Mò, e quella della Self ARF! con le opere visionarie di Davide Bart Salvemini e il suo coloratissimo universo creativo.

ARF! PER TUTTI

Tra le sezioni del Festival, torna come sempre l’area dedicata alle opportunità professionali – la Job ARF! – uno spazio dove poter mostrare a editor e case editrici il proprio portfolio con idee, progetti e creatività.

Per i più piccoli è certezza invece la ARF! Kids, il luogo dedicato all’immaginario dei bambini (a ingresso gratuito fino ai 12 anni) con un ricco programma di laboratori creativi curati da alcuni dei più rinomati illustratori italiani, letture ad alta voce, disegni, giochi e tanti libri a disposizione di tutti.

La Self ARF! l’area indipendente ad ingresso gratuito avrà per questo 2022 un esclusivo allestimento nella centrale “piazza” del Campo Boario e presenterà le migliori 30 realtà dell’autoproduzione e della microeditoria del fumetto italiano.

ARF! È SOLIDARIETÀ

Sin dalla prima edizione ARF! è anche sinonimo di solidarietà: dopo Emergency, Cesvi, Dynamo Camp, Amnesty International, Unchr e Mediterranea, quest’anno il partner solidale del Festival sarà l’Associazione antimafie daSud che insieme al collettivo Magville presenta un programma denso di attività tra cui il panel ‘L’educazione come strumento per combattere disuguaglianze e conflitti, violenza di genere, marginalità sociali e territoriali’ che vedrà protagonisti il rapper Kento, la scrittrice vincitrice del Premio Campiello 2021 Giulia Caminito, il fumettista Lelio Bonaccorso e la fumettista Takoua Ben Mohamed, eletta lo scorso dicembre “Donna dell’anno 2021” (insieme a Liliana Segre e Ambra Sabatini) da D – La Repubblica delle Donne.

INFO

ARF! è in Largo Dino Frisullo, a Testaccio, dalle ore 10 del 13 maggio. Il Festival terrà le porte aperte fino alle 20 e così anche il 14 e il 15 maggio. L’ingresso giornaliero, intero, ha un costo di 10 euro, 8 euro è invece il prezzo del ridotto. Con 20 euro si può acquistare l’abbonamento alle tre giornate.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-04-29T11:27:32+02:00