Lavoro, Landini: “Senza risposte sui licenziamenti ci saranno iniziative”

"Lavoro e salute devono camminare insieme, salute e sicurezza vengono prima del profitto", dice il segretario generale della Cgil
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sul blocco dei licenziamenti “se non abbiamo risposte dobbiamo pensare a quali iniziative mettere in campo”. Così il leader della Cgil, Maurizio Landini, intervenendo alla iniziativa dei confederali per la Giornata mondiale della salute e sicurezza sul lavoro e delle vittime dell’amianto.

“Lavoro e salute devono camminare insieme, salute e sicurezza vengono prima del profitto, questo è il messaggio che vogliamo lanciare e l’impegno che Cgil, Cisl e Uil assumono”. Landini sottolinea il “ruolo importantissimo dell’Inail, non capiamo perchè non sia stato messo nel Comitato tecnico scientifico per la gestione di questa fase”.

Per la Cgil “l’obiettivo zero morti sul lavoro è obiettivo di tutto il movimento sindacale che vogliamo rilanciare con forza“. Il problema, osserva Landini in conclusione, è che “c’è troppa precarietà, non si fa la formazione adeguata ai giovani che entrano nel mondo del lavoro e nel sistema dell’appalto, sub e finto si va a riscapito delle regole minime della sicurezza”.

LEGGI ANCHE: Lavoro, Landini: “Prorogare blocco licenziamenti fino a ottobre per tutti”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»