In Campania torna il divieto di fare jogging, si può solo passeggiare

Le attività di corsa, footing o jogging sono "incompatibili con l'uso della mascherina" si legge nella modifica all'ordinanza firmata dal governatore De Luca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Entrata in vigore a partire da ieri viene modificata l’ordinanza della Regione Campania che consentiva di svolgere attività motoria all’aperto nei pressi della propria abitazione, con l’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento sociale. La Regione chiarisce che ai sensi del provvedimento “si può passeggiare, ma è vietato fare jogging”. In particolare, il chiarimento all’ordinanza firmato dal governatore Vincenzo De Luca spiega che “non è permesso svolgere attività di corsa, footing o jogging”, attività ritenute “incompatibili con l’uso della mascherina perchè pericolose ove svolte con copertura di naso e bocca”. Inoltre si tiene conto che “chi esercita tali attività emette micro goccioline di saliva potenziali fonti di contagio”. L’attività motoria permessa, quella di passeggiare, deve essere svolta “in prossimità della propria abitazione, con divieto assoluto di assembramenti e con obbligo di utilizzo delle mascherine e di rispetto della distanza minima di due metri”.

LEGGI ANCHE: Troppa gente in strada e De Luca tuona: “Senza responsabilità tutti a casa”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»