Coronavirus, la Sardegna si ‘ribella’ al Governo: “Noi apriamo”

Nuova ordinanza Solinas: "in sicurezza, ma ci saranno deroghe Dpcm"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

CAGLIARI – “Adottero’ un’ordinanza regionale che, pur mantenendo la prudenza e la salvaguardia della salute dei cittadini come stella polare, consenta in Sardegna aperture delle attivita’, ancorche’ graduali, per far tornare tutti i cittadini sardi alla normalita’“. Ad annunciarlo ieri e’ stato il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, durante il punto stampa di in videoconferenza. Appuntamento con i giornalisti, che giunge dopo le dichiarazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sull’adozione di un nuovo decreto, “che ci attendevamo piu’ ampio nella riapertura di alcune attivita’ e di alcuni settori del Paese- spiega Solinas-“. Aggiunge Solinas: “In verita’ il testo, per quello che e’ stato rappresentato fino a questo momento, lascia intravedere una efficacia e una incisivita’ soltanto laddove esistono grandi attivita’ industriali- vedi Nord Italia- lasciando invece una chiusura di fatto delle piccolissime imprese, che rappresentano i settori trainanti del meridione e delle isole”.

Da qui l’esigenza di una nuova ordinanza, che, specifica il governatore, consentira’ la graduale ripartenza di un ampio spettro di settori: “Penso ad esempio alla cantieristica nautica– spiega Solinas- alle manutenzioni di imbarcazioni e seconde case, in generale al settore dell’edilizia che soltanto in Sardegna da’ lavoro a 35.000 persone. Ho avviato con tutte le associazioni produttive di categoria, una riflessione su una serie di attivita’ commerciali e artigianali che possono fin da ora garantire una mantenimento dei livelli di sicurezza tali da tenere bassa la curva del contagio, come e’ stato fatto finora. Abbiamo bisogno di rimettere in moto una parte importante della nostra economia, fatta di micro aziende: penso ai tanti commercianti che lavorano in proprio, alle attivita’ artigianali, ai parrucchieri, a chi lavora nei centri estetici, che si chiedono in questi giorni quale sara’ il loro futuro. C’e’ ragionamento in corso, che contiamo di chiudere entro questa settimana con le diverse rappresentanze di categoria, per dare una roadmap di progressiva riapertura che dia certezze a tutti questi operatori”. L’ordinanza, infine, prevedera’ anche un allentamento delle misure restrittive sulla mobilita’ dei sardi: “Ci sara’ la possibilita’ di frequentare parchi e giardini per fare attivita’ fisica o per una semplice passeggiata con i propri figli- spiega Solinas- penso in particolare ai bambini e ragazzi diversamente abili che hanno bisogno di uscire dalle loro case dopo settimane di divieti piuttosto stringenti. Lo facciamo chiaramente con un’attenzione particolare a tutte le norme di salvaguardia e di sicurezza, e con l’impegno di fare una costante verifica sull’andamento della curva del contagio rispetto agli allentamenti della nuova ordinanza”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»