Troppa gente in strada e De Luca tuona: “Senza responsabilità tutti a casa”

Ribadisce l'obbligatorieta' dell'uso delle mascherine, del distanziamento sociale e della mobilita' solo nelle vicinanze della propria abitazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Ieri, durante la prima giornata in cui in Campania e’ stato consentito svolgere individualmente attivita’ motoria all’aperto, in prossimita’ della propria abitazione e con gli obblighi di indossare la mascherina e rispettare il distanziamento sociale di almeno due metri, sono in tanti ad aver scelto il lungomare di Napoli per passeggiare e correre.

“Lunedi’ 27 aprile, dopo molte settimane si e’ consentita la mobilita’ in due fasce orarie, dalle 6:30 alle 8:30 e dalle 19 alle 22. E’ stata una misura presa per dare respiro soprattutto alle famiglie con bambini. Abbiamo verificato per strada un eccesso di persone senza mascherine, senza distanziamento sociale, con assembramenti pericolosi”. Cosi’ il governatore della Campania Vincenzo De Luca che, additando le violazione sulle norme anti-contagio, ribadisce l’obbligatorieta’ del rispetto per l’ordinanza regionale vigente che prevede: uso delle mascherine; distanziamento sociale e mobilita’ solo nelle vicinanze della propria abitazione.

LEGGI ANCHE:

VIDEO | Regionali Campania, De Luca: “Voto a luglio, in autunno sarà impossibile”

VIDEO | Coronavirus, De Luca: “Ripresa della movida? Ma sei scemo o sei buono?”

Confronto Nord-Sud. Fontana: “Riaprire”, De Luca: “Stop per chi va da Milano a Napoli e viceversa”

“Non e’ assolutamente consentita – rimarca De Luca – una mobilita’ senza limiti, non protetta, disordinata. Le forze dell’ordine, le polizie municipali, sono invitate a garantire il rispetto rigoroso dell’ordinanza. Il diffondersi di comportamenti irresponsabili, produrrebbe – aggiunge – una ripresa forte del contagio e renderebbe inevitabile il ripristino immediato del divieto di mobilita’. E’ evidente a tutti che se non c’e’ da parte di ogni singolo cittadino senso di responsabilita’, si rischia – conclude De Luca – di prolungare all’infinito l’emergenza e la sofferenza di tutti, soprattutto dei bambini”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»