Legalità, Boldrini e Nunziante dialogano con gli studenti

BARI - Lunedì 2 maggio alle ore 10 presso
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Boldrini a LesboBARI – Lunedì 2 maggio alle ore 10 presso il Liceo Scientifico Salvemini di Bari, nell’ambito de L’edificio della memoria, progetto pilota di antimafia sociale della Regione Puglia, la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini incontrerà gli studenti delle scuole pugliesi per dialogare sul tema “donne, migranti e lavoro”. Alla manifestazione interverranno anche Antonio Nunziante vice presidente della Regione Puglia, Antonio Decaro, sindaco di Bari, il magistrato Angela Arbore del Comitato Fondatore dell’Edificio della Memoria, Stella Laforgia, docente di “Diritto del lavoro” e Giancarlo Visitilli, presidente della cooperativa I bambini di Truffaut. Presenterà Maddalena Tulanti, giornalista.

   L’edificio della memoria, promosso e finanziato dalla Sezione Sicurezza del cittadino, politiche per le migrazioni ed antimafia sociale della Regione Puglia, coinvolge in nell’anno scolastico 2015-2016 quattordici scuole secondarie superiori pugliesi. Centinaia di studentesse e studenti, guidati da giornalisti, magistrati e avvocati, hanno approfondito il tema della legalità declinata in varie forme: dal lavoro all’antiracket, dai minori all’immigrazione. Gli studenti sono stati coinvolti nella produzione di inchieste, corti cinematografici, racconti e rappresentazioni teatrali. Alcuni dei lavori realizzati, dedicati al tema dell’immigrazione, saranno presentati nel corso dell’incontro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»