VIDEO | Coronavirus, da oggi tamponi a domicilio grazie ai camper dell’Asl Napoli 1

Le unità mobili (una per ogni due distretti sanitari di base) si muoveranno sul territorio cittadino dalle 8 alle 21 di tutti i giorni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
NAPOLI –  “Sono appena partiti i primi quattro camper delle unità speciali di Continuità assistenziale (Usca) predisposti dall’Asl Napoli 1 Centro. Domani si aggiungerà l’ultimo, per un totale di 5 mezzi impegnati. A bordo di ognuno ci saranno due medici”. Lo spiega alla Dire Pina Tommasielli, responsabile per l’assistenza territoriale dell’Unità di crisi della Regione Campania. Le unità mobili (una per ogni due distretti sanitari di base) si muoveranno sul territorio cittadino dalle 8 alle 21 di tutti i giorni e si occuperanno, sottolinea, “di effettuare il doppio tampone (a distanza di 24 ore) ai pazienti che hanno terminato il periodo di quarantena che sono presumibilmente guariti e per i quali la guarigione deve deve essere certificata. E faranno anche il test ai casi sospetti che saranno individuati, come prevede la norma, dai medici di famiglia. Il paziente chiama il medico di famiglia che ne conosce storia clinica, fattori di rischio, comorbidità, e si orienta a capire se può trattarsi di un caso sospetto di nuovo coronavirus. A questo punto – chiarisce Tommasielli – parte la segnalazione all’Asl e il dipartimento di prevenzione provvede a inviare a domicilio l’unità Covid per effettuare il tampone”. Proprio da parte dei medici di famiglia, avverte Tommasielli, “c’è un grande impegno assistenziale in questa emergenza, tanto che sono 17 quelli deceduti in tutta Italia, tra cui uno a Napoli pochi giorni fa, e in Campania ce ne sono molti in quarantena. Stanno combattendo a mani nude”. “I medici delle unità speciali – afferma il dg Ciro Verdoliva – si muoveranno in maniera agile su tutto il territorio cittadino e saranno un tassello importante della nostra battaglia contro il contagio. In linea con gli indirizzi del presidente de Luca stiamo intensificando tutte le azioni possibili, abbiamo il dovere di non tralasciare nulla perché questa guerra la dobbiamo vincere”.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»