Burioni: “State tappati in casa, irrealistico pensare a riaperture”

Il noto virologo invita a non vanificare i sacrifici fatti finora: "Situazione ancora grave"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Dobbiamo cominciare a pensare a una ripresa delle nostre vite: non possiamo continuare a stare in casa al fine di rimanere in casa per sempre. Però dobbiamo anche sapere che in questo momento la situazione è ancora talmente grave da rendere irrealistico qualunque progetto di riapertura a breve“. Così Roberto Burioni, professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, in un post su Facebook.

LEGGI ANCHE: Renzi: “Riaprire le fabbriche prima di Pasqua”

“Siccome qualcuno ha difficoltà a comprendere il testo scritto, sono più chiaro- prosegue Burioni- Al momento bisogna stare tappati in casa, altrimenti si vanificano i sacrifici che abbiamo fatto fino ad ora, punto e basta”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»