Tg Politico Parlamentare, edizione del 28 gennaio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

CAMBIANO I COLORI DELLE REGIONI 

Il Veneto potrebbe passare in giallo. Sotto osservazione Emilia-Romagna e Calabria. La Lombardia dovrebbe restare arancione ancora per una settimana, almeno fino al 7 febbraio. Rischiano di rimanere arancioni anche Lazio e Piemonte. Dal 31 in gennaio entrera’ in vigore la nuova ordinanza del ministero della salute per fronteggiare il rischio Covid. Nel Lazio sara’ la cabina di regia del 5 febbraio a valutare un eventuale declassamento. Per passare alla fascia di rischio inferiore si deve stare per 14 giorni in un livello basso dei parametri monitorati dall’Istituto superiore di sanita’. In questo senso l’andamento dei dati non sembra ancora favorevole per Lazio e Piemonte. Rimane a rischio anche la Puglia.

CONSULTAZIONI, IL GIORNO DI RENZI

Per dirla con Matteo Renzi, grande atteso della seconda giornata di consultazioni al Quirinale, dopo settimane di improbabili soluzioni personali è finalmente venuto il tempo di affidarsi al Capo dello Stato. Con la consultazione di Italia viva la crisi di governo dice una parola definitiva sul futuro di Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. Ci sara’ il terzo governo presieduto dal professore pugliese? “La parola alla politica, non alle veline”, dice Renzi. Intanto al Colle piu’ alto sono sfilati i parlamentari del gruppo misto. Dura con l’esecutivo Emma Bonino, a favore del premier dimissionario gli altri intervenuti, e tra questi anche il neonato gruppo degli Europeisti. “Si puo’ andare avanti solo con Conte”, dice Ricardo Merlo.

CARTELLE FISCALI, VERSO NUOVA PROROGA 

Il governo va verso lo scaglionamento delle cartelle fiscali. Ma e’ una corsa contro il tempo perchè l’Agenzia delle entrate ha 50 milioni di atti pronti da spedire. La proroga dovrà arrivare prima di lunedì prossimo. La novità annunciata dal ministro Roberto Gualtieri riguarda le imprese, che avranno una riduzione delle imposte nel caso in cui abbiano subito un calo di fatturato. Secondo il direttore del Fisco, Ernesto Maria Ruffini la montagna di cartelle di pagamento che si sono accumulate negli ultimi vent’anni ammonta a mille miliardi. Una parte rilevante degli arretrati non è più riscuotibile e questa situazione impedisce all’Agenzia delle entrate di concentrarsi su crediti più recenti e con più probabilità di essere riscossi.

CASO GREGORETTI, CONTE NON SEGUI’ LO SBARCO

Il presidente del consiglio Giuseppe Conte non poteva “seguire minuto per minuto” lo sbarco dei 131 migranti a bordo della nave Gregoretti, il 25 luglio del 2019. In due ore e mezza di deposizione a palazzo Chigi, davanti al giudice per l’udienza preliminare Nunzio Sarpietro, il premier ha confermato che l’indirizzo politico di coinvolgere preventivamente l’Europa nella redistribuzione dei migranti era condiviso dal governo gialloverde. Ma le decisioni sugli sbarchi erano di competenza del ministero dell’Interno. Nelle corrispondenze tra Conte e Salvini di quelle ore “si parla di lavoro di squadra. Questa e’ la sintesi corretta di quello che è successo”, ha detto al termine Sarpietro. Anche i legali di parte civile hanno confermato che la decisione sulla Gregoretti è stata presa dall’allora ministro dell’interno Matteo Salvini. Quest’ultimo, presente alla testimonianza di Conte, rivendica, invece, di aver agito in linea con la politica di tutto il governo.

GLI ARCHITETTI PROGETTANO LA SCUOLA DEL FUTURO

Scuola e futuro sono stati al centro della seconda Festa dell’architetto in corso a Roma fino a domani. Nella sede della Camera di Commercio di Roma, al Tempio di Adriano, i lavori sono stati aperti dalla presentazione del progetto ‘Abitare il Paese’, promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, con la collaborazione della Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi. L’obiettivo è di sperimentare un percorso di ricerca sulla scuola e sulla città del futuro a partire dal protagonismo dei bambini e dei ragazzi, col supporto di architetti-tutor e dei loro insegnanti. La presentazione del Museo virtuale è stata protagonista dell’avvio pomeridiano. Un museo virtuale nato per presentare le opere dei concorsi, costruire un luogo immateriale di arricchimento e scoperta per questo tempo segnato della pandemia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»