Corteo lavoratori call center a Palermo, Orlando: “Migliaia di famiglie in ginocchio”

Il capoluogo siciliano è la "città d'Italia con maggior numero di occupati nel settore" dichiara il sindaco di Palermo Leoluca Orlando
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – “Oggi la vicenda palermitana sta dentro a una vicenda nazionale. In Italia il settore dei call center vive un momento di particolare difficoltà: sono in ginocchio migliaia e migliaia di famiglie, con una punta acuta di crisi a Palermo, che è la città d’Italia con maggior numero di occupati nel settore“. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, raggiungendo il corteo regionale dei lavoratori dei call center che si è svolto nel capoluogo siciliano.

“Il Comune sarà presente al prossimo tavolo istituzionale del 31 gennaio – ha assicurato Orlando -, ho scritto una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte chiedendogli una attenzione particolare per la città di Palermo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

28 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»