Il comune di Roma valuta l’acquisto dell’immobile occupato da Lucha y Siesta

La sindaca ha esortato tutti gli uffici a effettuare e completare gli approfondimenti con la maggiore celerità possibile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Novità importanti per la casa delle donne Lucha Y Siesta. Oggi il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha chiesto a tutte le strutture competenti del Comune di verificare fattibilità ed eventuali modalità per partecipare all’asta giudiziaria finalizzata all’acquisizione dell’immobile Atac situato in via Lucio Sestio 10. La sindaca ha esortato tutti gli uffici a effettuare e completare gli approfondimenti con la maggiore celerità possibile.

LEGGI ANCHE: Da Ilaria Cucchi a Carola Rackete nasce l’album di figurine a sostegno Lucha y Siesta

L’obiettivo è quello di destinare poi l’edificio ad attività come quelle già svolte da Lucha Y Siesta, l’associazione che da anni occupa l’edificio svolgendo attività a sostegno dei diritti delle donne. Il Campidoglio ha fatto sapere che intanto proseguono i colloqui tra gli operatori di Roma Capitale e le donne vittime di violenza ospitate, anche insieme ad alcuni bambini, nell’immobile.

LEGGI ANCHE: La Regione Lazio stanzia 2,4 milioni di euro per salvare la casa delle donne ‘Lucha y Siesta’

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

28 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»