L’amica geniale, Lila e Lenù nel murales della biblioteca popolare del rione Luzzatti

Questa particolare zona del capoluogo partenopeo e' protagonista del romanzo di Elena Ferrante e della serie tv
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Le sagome di Lila e Lenù, protagoniste della serie L’Amica Geniale, da oggi camminano verso l’ingresso della biblioteca Andreoli, centro di aggregazione nel rione Luzzatti, nel quartiere di Poggioreale. Questo è uno dei luoghi che ha ispirato il romanzo di Elena Ferrante, da oggi arricchito da un murale realizzato dal fotografo Eduardo Castaldo.

“Queste sagome delle icone – ha raccontato Castaldo alla Dire -, riconoscibili anche senza volti. Le loro figure sono ora davanti a questa biblioteca, che fa un lavoro importante in questo territorio da oltre 60 anni. Il rione Luzzatti – ha aggiunto – è uno dei protagonisti del romanzo della Ferrante e della serie tv ma ha ancora ricevuto troppo poco. Con quest’opera riportiamo attenzione su un territorio che sta già diventando un’attrattiva turistica importante“.

La realizzazione di un’opera di street art in via Leonardo Murialdo, davanti alla biblioteca popolare del rione, rientra nell’ambito delle iniziative che si stanno organizzando nel rione alla scoperta dei luoghi de L’Amica Geniale, volute dalla Quarta Municipalità di Napoli con il sostegno di fondazione Polis e della Regione Campania. Stamattina il governatore Vincenzo De Luca, insieme agli assessori all’Istruzione, Lucia Fortini, e alla Legalità, Franco Roberti, hanno voluto partecipare all’inaugurazione dell’opera dopo aver visitato la biblioteca Andreoli.

“Questo murales è anche un gesto simbolico – ha spiegato il presidente della Regione – per dire che in ogni rione di Napoli ci sono delle energie positive che dobbiamo far prevalere. La cultura è la barriera più forte contro il degrado“. De Luca ha incontrato anche le attrici Ludovica Nasti ed Elena Del Genio, giovanissime protagoniste della serie. “Sono due stelle della tv – ha detto il governatore -, il simbolo di quell’Italia gentile fatta di bellezza”. Intanto, il presidente della Quarta Municipalità, Giampiero Perrella, ha annunciato che “tra marzo e aprile nel rione Luzzatti sarà realizzato un secondo murales dedicato a L’Amica Geniale, nel piazzale Lobianco. E’ stato ideato dai ragazzi delle scuole medie del rione Luzzatti. Quei ragazzi – ha detto Perrella – frequentano questa biblioteca, nata 70 anni fa in quella Napoli di macerie e miseria che aveva bisogno di offrire libri e cultura a chi non aveva nulla. Grazie a L’Amica Geniale, questo rione sta ripartendo con il turismo. Ci sono visitatori in questo territorio che arrivano dagli Stati Uniti, dalla Germania, dai Paesi Scandinavi e anche dall’Italia. Le associazioni organizzano dei tour nei luoghi dell’Amica Geniale e noi con la creatività urbana proviamo a rendere sempre più questo luogo un polo di turismo e cultura”.

Leggi anche Cinema, de Magistris: “Napoli è il set più ricercato d’Italia”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»