Donne e bambini a bordo della Sea Watch 3? Salvini nega, Martina lo smentisce

ROMA - "Salvare vite significa bloccare le partenze. Quelle donne e quei bambini, che per la verita' non ci sono
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Salvare vite significa bloccare le partenze. Quelle donne e quei bambini, che per la verita’ non ci sono sulla Sea Watch, non devono essere messe in mano agli scafisti che sono i veri delinquenti. I primi di marzo tornero’ in Africa dove lavoriamo a diversi progetti di sviluppo”. Cosi’ il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a Rtl 102.5.

MIGRANTI. MARTINA: A BORDO SEA WATCH 8 MINORI SOLI E 5 ACCOMPAGNATI

“Ci sono otto minori soli e cinque accompagnati. E persone da curare. Chiediamo l’immediato attracco della Sea Watch. Non ci si puo’ voltare dall’altra parte”. Lo scrive su twitter Maurizio Martina (Pd).

“Nave in Olanda? Prima di tutto dobbiamo far attraccare queste persone che sono a pochi metri da noi e far curare i casi piu’ delicati sulla nave. Non accetto che qualcuno al governo anziche’ preoccuparsi di come stanno queste persone giochi a risiko, non e’ cosi’ che si risolve la vicenda”. Cosi’ il candidato alla segreteria nazionale del Partito democratico Maurizio Martina intervenendo da Siracusa in collegamento ad Agora’.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»