Cassa risparmio, Upr: “Vigileremo perchè impegni odg siano rispettati”

SAN MARINO - Cassa di Risparmio sia in linea con le indicazioni del Fondo Monetario entro marzo, per
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – Cassa di Risparmio sia in linea con le indicazioni del Fondo Monetario entro marzo, per la visita prevista sul Titano dei funzionari dell’organismo internazionale. Lo chiedono i consiglieri di Unione per la Repubblica, nel corso della conferenza stampa odierna, affrontano tra l’altro, il tema di Ccrsm e degli esiti del dibattito consiliare tenuto in seduta segreta la scorsa settimana. “Upr- spiega Marco Podeschi- si è astenuta sull’odg della maggioranza, abbiamo voluto tenere una posizione equilibrata”, malgrado aggiunge, rispetto alla richiesta di informazioni di parte dell’opposizione, l’istituto sia stato molto stringato.

cassa di risparmip ccrsm“Non vogliamo politicizzare il tema di Cassa di risparmio- assicura- ma non vorremmo che quanto deciso dall’ordine del giorno sia poi disatteso e vigileremo per questo“. Il documento della maggioranza approvato dall’Aula sottolinea come il superamento delle criticità dell’istituto avvenga attraverso “interventi coerenti con le indicazioni del Fondo monetario internazionale” e dà mandato all’esecutivo, tra l’altro, di avviare una trattativa con la Fondazione Sums “per rivedere gli accordi in materia di assetti partecipativi per giungere entro il 31 marzo ad una quota di partecipazione dello Stato nel patrimonio della banca rappresentativa del capitale investito”.

A marzo, prosegue Podeschi, “il governo dice che ci sarà una delegazione del Fmi e ricordo che il tema ‘Cassa’ è uno dei più importanti della sua precedente relazione”. Di qui il monito: “Mi aspetterei- manda a dire- che entro marzo i temi siano chiariti, dato che la patrimonializzazione da 40 mln di euro non ci risulta sia stata fatta, inoltre il Fmi ha chiesto una governance diversa con esperti del settore” e, ciliegina sulla torta, “c’è anche la vicenda giudiziaria- conclude- che coinvolge uno dei manager di spicco”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»