Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Coronavirus, Raffaella Carrà e tanto calcio: le ricerche su Google del 2021

L'azienda di Mountain View svela quali sono state le tendenze di ricerca per l'anno che sta per concludersi: in Italia domina lo sport
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Italia si conferma un Paese legatissimo al calcio. I dati delle ricerche su Google nel 2021 parlano chiaro: tre parole dell’anno su cinque riguardano il mondo del pallone. In testa alle tendenze del motore di ricerca più diffuso, però, non ci sono gli Europei: agli azzurri di Roberto Mancini non è bastato vincere il torneo per scalfire il primato del campionato per club. Al primo posto in Italia tra i trend di Google c’è infatti la Serie A, seguita dagli Europei, da Classroom – il software di Google divenuto fondamentale con la didattica a distanza -, da Raffaella Carràmorta il 5 luglio a 78 anni – e dalla Champions League.

UN’INTERA SEZIONE DEDICATA AL VIRUS

I trend di Google non indicano le ricerche più effettuate in senso assoluto, ma quelle che hanno fatto registrare valori di crescita più elevati rispetto al passato. E vista la prevalenza nel corso di tutto l’anno del tema della pandemia da Covid-19, per non ‘alterare’ la classifica delle ricerche dell’anno l’azienda di Mountain View ha deciso di dedicare un’intera sezione delle sue tendenze al coronavirus, che nel 2020 era stata la parola dell’anno.

A dominare in questo caso è il green pass: dalla sua entrata in vigore il 17 giugno, le regole che riguardano il certificato verde sono cambiate svariate volte, obbligando gli utenti di Internet a tenersi costantemente aggiornati sulle attività per cui è necessario possederlo. Al secondo posto della sezione Covid-19, troviamo ‘Prenota il vaccino anti-Covid‘: anche le modalità di accesso alla somministrazione hanno causato parecchi dubbi e richieste di delucidazioni sul web. Al terzo posto c’è invece AstraZeneca: il vaccino dell’azienda anglo-svedese ha fatto molto parlare di sé per alcune trombosi e morti sospette avvenute in persone che avevano ricevuto il farmaco. Quarta posizione per ‘Covid oggi’, per chi ogni giorno consulta il bollettino del ministero della Salute sui nuovi contagi e gli altri indicatori della pandemia, mentre al quinto posto c’è il famigerato coprifuoco.

PERSONAGGI DELL’ANNO: DRAGHI SOLO TERZO

L’amore degli italiani per lo sport, e in particolare per il calcio, trova ulteriore riscontro nella classifica dei personaggi dell’anno: tre su cinque sono atleti, a partire da Christian Eriksen, vittima di un malore durante Danimarca-Finlandia degli Europei che lo ha costretto a lasciare l’Inter e l’Italia, dove non avrebbe più potuto svolgere attività agonistica. Il 29enne centrocampista è in testa ai personaggi dell’anno anche a livello globale. Secondo posto, come nel torneo di Wimbledon, per Matteo Berrettini: il tennista romano è stato il primo italiano a raggiungere la finale nel trofeo più prestigioso, arrendedosi solo a sua maestà Novak Djokovic. Il gradino più basso del podio è occupato da Mario Draghi: l’economista nominato presidente del Consiglio lo scorso 3 febbraio non riesce a insidiare la passione per lo sport.

Ai piedi del podio ecco Gianluigi Donnarumma, uno degli eroi di Euro 2020 ma anche chiacchieratissimo per la decisione di non rinnovare il contratto con il Milan e accasarsi al Paris Saint-Germain. Solo quinto posto, ed è una novità per chi nel 2021 ha vinto praticamente tutto ciò che poteva, per i Maneskin: la band romana ha trionfato a Sanremo, poi all’Eurovision Song Contest e infine agli Mtv European Music Awards, scalando le classifiche di tutto il mondo e aprendo un concerto dei Rolling Stones negli Stati Uniti.

LA SEZIONE ‘ADDII’ DOMINATA DAL MONDO DELLO SPETTACOLO

Nella sezione ‘Addii’ delle ricerche di Google, dedicata ai personaggi che ci hanno lasciato nel 2021, il primo posto è di Raffaella Carrà, seguita dal cantante Michele Merlo, sulla cui morte a 28 anni per una leucemia fulminante, avvenuta il 6 giugno, è stata aperta un’indagine. Poi il Maestro Franco Battiato, scomparso il 18 maggio a 76 anni, e l’unico non appartenente al mondo dello spettacolo presente in classifica, il medico e fondatore di Emergency Gino Strada, morto il 13 agosto a 73 anni. Chiude la grande ballerina Carla Fracci, che ha smesso di incantare il mondo il 27 maggio all’età di 84 anni.

I DIRITTI CIVILI AL CENTRO DEL DIBATTITO

La sezione ‘Cosa significa…’, in cui fa capolino ancora una volta il coronavirus con il secondo posto della zona rossa rafforzata e il quinto dell’aggettivo endemico, vede primeggiare il ddl Zan. Il disegno di legge contro l’omotransfobia che porta il nome del deputato del Partito democratico ha polarizzato il dibattito politico in primavera ed estate, fino alla sua bocciatura in Senato del 27 ottobre con tanto di esultanza dei partiti del centrodestra.

E che il tema fosse molto sentito in Italia lo dimostra anche il quarto posto della sezione ‘Cosa significa…’ dei trend di Google, dove troviamo il termine transgender. Infine, la terza posizione è dedicata a resilienza, una delle parole che negli ultimi anni hanno avuto un vero e proprio boom, tanto da entrare nel nome del piano europeo di aiuti all’Italia per ripartire dopo la pandemia: Pnrr sta infatti per Piano nazionale di ripresa e resilienza.

I COME E I PERCHÉ

Per quanto riguarda la categoria ‘Come fare…’, Google ha separato le ricerche riguardanti la cucina da quelle sugli altri temi. Tra i fornelli, vince la pizza in casa, seguita dal pesto in casa, dalla besciamella, dalla conserva di pomodoro e dal sushi in casa. Per il resto, predomina la burocrazia: gli italiani hanno chiesto al motore di ricerca come fare lo Spid (primo posto), il green pass (secondo) e la domanda per i concorsi del personale Ata (quarto). Qui e lì, una spruzzata di informatica con la domanda su come fare uno screenshot su pc (terzo posto) e l’intramontabile cubo di Rubik in quinta piazza.

Infine, i grandi perché del popolo del web: gli italiani si sono chiesti soprattutto il motivo delle dimissioni da premier di Giuseppe Conte, nonché le cause del blackout di WhatsApp di inizio ottobre, perché gli inglesi hanno tolto la medaglia dopo la sconfitta in finale degli Europei contro l’Italia, l’evergreen ‘perché si festeggia l’8 marzo‘ e anche le motivazioni alla base dei bombardamenti di Israele contro la Striscia di Gaza dello scorso maggio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»