Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Vaccine Day, allo Spallanzani i primi vaccinati contro il Covid

Conte: "Oggi l'Italia si risveglia, questa data ci rimarrà per sempre impressa". Gentiloni: "L'arrivo dei vaccini è solo il primo passo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La professoressa Maria Rosaria Capobianchi, l’infermiera Claudia Alivernini e l’operatore sociosanitario Omar Altobelli sono stati, alle ore 7.20 di questa mattina, i primi in Italia a ricevere il vaccino anti-Covid all’Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani di Roma.

CONTE: “OGGI L’ITALIA SI RISVEGLIA”

vaccine day

“Oggi l’Italia si risveglia. È il #VaccineDay”. Lo scrive su Twitter il premier Giuseppe Conte, che aggiunge: “Questa data ci rimarrà per sempre impressa. Partiamo dagli operatori sanitari e dalle fasce più fragili per poi estendere a tutta la popolazione la possibilità di conseguire l’immunità e sconfiggere definitivamente questo virus”

“Allo Spallanzani con i primi 5 operatori della sanità appena vaccinati. Inizia una fase nuova, un altro passo in avanti. Grazie alla scienza sconfiggeremo il Covid #VaccineDay”, scrive su twitter il segretario del Pd e presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti. 

“#VaccineDay. Un giorno di speranza, un grazie alla ricerca. Ma l’arrivo dei vaccini è solo il primo passo. La svolta saranno le vaccinazioni. Di tutti, nel mondo intero”. Lo scrive su twitter Paolo Gentiloni, commissario Ue. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»