Pediatri sempre ‘aggiornati’? Arriva la campagna Sip-Ido per aiutarli

Il pediatra deve essere sempre al passo con i tempi per riuscire ad aiutare al meglio bambini e famiglie. da Sip e Ido la campagna informativa sul ruolo del 'pediatra sentinella educativa'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il pediatra vuole essere formato. “Ci sono dei problemi emergenti, ormai straripanti, ed è giusto che, cambiando il panorama della popolazione pediatrica e della società, il pediatra si aggiorni e si confronti con quelle che sono le nuove situazioni. Il pediatra ha una formazione eccellente per la parte organicistica, ma deve aggiornarsi per essere sempre al passo con i tempi e riuscire ad aiutare al meglio bambini e famiglie”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Visite dal pediatra, quante volte nei primi anni di vita?

Così Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria (Sip), che insieme all’Istituto di Ortofonologia (Ido) ha lanciato una campagna di formazione e informazione sul ruolo del ‘pediatra sentinella educativa’. In pratica sono a disposizione dei pediatri italiani due nuovi opuscoli che forniscono sia indicazioni sui principali campanelli di allarme nel monitoraggio neuroevolutivo dei bambini da 0 a 24 mesi, che dei consigli che i medici potranno rivolgere ai genitori di piccoli da 1 a 5 anni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

27 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»