Insediato il nuovo Corecom a Potenza, il presidente è Antonio Marra

"Le azioni per il prossimo quinquennio - ha commentato il presidente Marra - saranno nel segno della continuità"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

POTENZA –  Si è insediato a Potenza il nuovo Corecom, nominato con decreto del presidente del Consiglio regionale il 20 ottobre 2019. Ne fanno parte il presidente Antonio Marra e le componenti Giuseppina Cataldo, Federica Lomuto, Assunta Mitidieri e Antonella Prete.

Le azioni che il comitato si prefigge di portare avanti per il prossimo quinquennio – ha commentato il presidente Marra – saranno nel segno della continuità sia per l’attività propria che per le materie delegate dall’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom)”.

Le istanze inoltrate tramite la piattaforma Conciliaweb si attestano per il 2019 a circa 3.000. “Anche per il 2020 – ha sottolineato il presidente – il Comitato predisporrà la fondamentale attività delegata del monitoraggio dell’emittenza locale su un campione di emittenti. Continuerà la proficua attività relativa al servizio di interpretariato nella Lingua Italiana dei Segni (Lis). Si prevede inoltre di implementare l’attività di tutela dei minori nativi digitali, per proteggerli dalle insidie della rete (cyberbullismo, pedopornografia, grooming) e per informare gli insegnanti e i genitori su come vigilare utilizzando lo strumento informatico con intelligenza e senza rischi”.

Marra fa sapere che continuerà e si rafforzerà l’interazione prevista dalla legge 20/2000 istitutiva del Corecom con gli altri organismi istituzionali della Regione Basilicata e che verranno implementati i rapporti con l’emittenza televisiva e radiofonica locale. I

l presidente Marra è entrato di diritto a far parte della conferenza nazionale dei presidenti dei Corecom, già riunitasi a Roma per predisporre la elezione del nuovo coordinatore dei presidenti dei Comitati regionali per la comunicazione, che si svolgerà nel mese di gennaio 2020.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

27 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»