Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Scuola, edizione del 27 novembre 2020

A cura della redazione di diregiovani.it
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– STUDENTI IN CLASSE UNA VOLTA A SETTIMANA: I PRESIDI DICONO SÌ

Far tornare gli studenti delle superiori a scuola, almeno un giorno a settimana. È l’appello lanciato dallo psicoterapeuta dell’età evolutiva e direttore dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) Federico Bianchi di Castelbianco, che ha invitato le istituzioni a riflettere sui danni che stanno subendo i ragazzi. Problematiche che, afferma lo psicologo, “ci porteremo dietro a lungo”. L’appello è stato accolto con favore da diversi dirigenti scolastici che da tutta Italia hanno invitato le istituzioni a prendere in considerazione l’iniziativa.

– VIOLENZA DONNE, STUDENTI IN DIRETTA DAL MINISTERO: “AMORE È FELICITÀ, NON LIVIDI”

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, hanno celebrato la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne presentando in diretta Facebook il concorso di idee ‘Il nuovo Codice Rosso’, per rafforzare la tutela delle vittime di reati di violenza domestica e di genere. All’evento online hanno preso parte anche il procuratore aggiunto della Repubblica di Latina Carlo La Speranza, e la dirigente dell’istituto Frezzotti-Corradini’ di Latina, capofila di una rete di istituti impegnati in attività contro la violenza di genere. Scuola e cultura siano, “un’arma gentile- ha detto la ministra Azzolina- perché “un bambino a cui viene insegnato ad essere gentile è un adulto migliore”. In collegamento dalla loro scuola anche alcuni studenti e il dirigente scolastico del Liceo Statale “Pitagora – B. Croce” di Torre Annunziata (NA).

– VIOLENZA DONNE, DIREGIOVANI CON LE SCUOLE PER DIRE ‘NO’ TUTTI INSIEME

Un evento online che ha riunito tutta la comunità scolastica per dire no alla violenza contro le donne. In diretta sulla pagina Facebook di diregiovani.it, presidi e studenti si sono incontrati per ribadire l’impegno della scuola nella lotta alle discriminazioni di genere e raccogliere le testimonianze degli alunni. L’iniziativa rientra nella campagna di comunicazione promossa, in collaborazione con diregiovani.it, dal Polo Tecnologico Scientifico Brutium di Cosenza. La preside dell’istituto calabrese Rosita Paradiso ha ribadito l’importanza della prevenzione e della diffusione di una cultura basata sul rispetto, contro gli stereotipi e la violenza. “La scuola deve battersi per sradicare la mentalità che è alla base della violenza– ha detto Marina Di Foggia, vice preside dell’istituto Einaudi di Roma- perché la violenza non si esaurisce con l’ultimo atto, ma nasce dai pregiudizi, dagli stereotipi, dalla considerazione dell’altro come oggetto”.

-‘SARANNO VIRTUOSI – LA CULTURA TECNICA CHE NON TI ASPETTI’

“Saranno virtuosi-La cultura tecnica che non ti aspetti”. È questo il nome dell’iniziativa promossa dall’azienda metalmeccanica Metalcastello di Castel di Casio e dall’agenzia ‘Dire’ all’interno del Festival della cultura tecnica organizzato dalla Città metropolitana di Bologna. Giunto alla sua seconda edizione, quest’anno il festival si è riconvertito online. Un’occasione per parlare con i giovanissimi di argomenti come studio, aspettative, lavoro e formazione e ‘smontare’ i cliché, spesso negativi, che accompagnano l’idea di un mestiere in fabbrica.

– SCUOLA, AZZOLINA: “SICUREZZA DEVE ESSERE PRIORITÀ, STUDENTI DEVONO SENTIRSI AL SICURO”

La Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole è “una ricorrenza che ci richiama alle nostre responsabilità, ricordandoci la necessità di garantire il benessere delle nostre studentesse e dei nostri studenti. La loro sicurezza dev’essere una priorità assoluta”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina in un videomessaggio pubblicato sulla sua pagina Facebook. Azzolina ha sottolineato gli investimenti del governo in edilizia e ha ricordato le vittime innocenti degli incidenti scolastici. “Dobbiamo investire anche per loro”, ha detto la ministra.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»