Tg Politico, edizione del 27 novembre 2019

https://www.youtube.com/watch?v=8r2RhHfSRQY&feature=youtu.be RENZI: NON DECIDONO I GIUDICI COME SI FONDA UN PARTITO Non ci sono bancomat della fondazione Open nella disponibilita' di parlamentari.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RENZI: NON DECIDONO I GIUDICI COME SI FONDA UN PARTITO

Non ci sono bancomat della fondazione Open nella disponibilita’ di parlamentari. Luca Lotti, un tempo stretto collaboratore di Matteo Renzi, interviene sul caso politico-giudiziario che sta scuotendo i Palazzi della politica. La Procura di Firenze indaga per finanziamento illecito ai partiti ed anche oggi la guardia di finanza perquisisce gli uffici di diversi finanziatori. Replica duramente Matteo Renzi, che parla di gogna mediatica e dice che “non puo’ essere la magistratura a decidere come si fonda un partito”.

AI SINDACI 100 MILIONI IN MANOVRA

Arrivano 100 milioni di euro che i comuni potranno spendere nel 2020. “Sono risorse in piu’ per i nostri cittadini, anche se non è tutto quello che chiedevamo”, annuncia il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, lasciando Palazzo Chigi al termine dell’incontro con il premier Giuseppe Conte e il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri. Il confronto con il governo prosegue e si punta ora a migliorare la legge di bilancio con alcuni emendamenti in grado di allentare la stretta finanziaria sugli enti locali. La vice ministra Laura Castelli ha garantito l’avvio di tavoli tecnici nei prossimi giorni.

SALVINI IN PIAZZA CON GLI AMBULANTI CONTRO LA MANOVRA

Ambulanti in piazza contro la manovra del governo. Questa mattina davanti Montecitorio si sono riuniti i commercianti provenienti da tutta Italia per chiedere al governo un aiuto fiscale al settore. Con loro c’era anche Matteo Salvini: “Questa manovra impoverisce l’Italia, la Lega- ha detto- farà battaglia per eliminare alcune delle troppe tasse che si è inventato questo governo di sinistra”.

LA CAMERA RICORDA CALAMANDREI, “L’INDIFFERENZA PORTA DITTATURA”.

“L’indifferenza politica apre alle dittature”. E’ il monito del presidente della Camera, Roberto Fico, che ha ricordato gli scritti di Piero Calamandrei durante la presentazione della riedizione delle “Opere Giuridiche” a Montecitorio. Fico ha sottolineato che ai giovani, il piu’ citato tra i padri costituenti, raccomandava di “partecipare alla politica, vigiliando sulle libertà e impegnandosi quotidianamente a costruire la democrazia’.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»