Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Inaugurato un nuovo centro civico a Pieve Torina, continua cammino post sisma

pieve torina
La cittadina di Pieve Torina ha una nuova struttura sportiva fondamentale per la ripartenza del paese gravemente colpito dal terremoto del 2016
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – “È una giornata importante per Pieve Torina e per tutte le zone terremotate: la ricostruzione continua e può essere testimoniata da esempi concreti come questa bella struttura che inauguriamo grazie alla sensibilità e generosità di molte persone”. È il saluto rivolto ieri dal presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli alla cerimonia di inaugurazione del nuovo centro civico e palestra di Pieve Torina: una struttura realizzata dal Comune di Pieve Torina e dalla Fondazione Francesca Rava, NPH ONLUS, grazie al prezioso sostegno di tanti benefattori.

All’evento ha partecipato l’assessore alla Ricostruzione Guido Castelli. Successivamente il presidente ha visitato Caldarola, presenta la consigliera regionale Elena Leonardi, dove ha incontrato il sindaco Luca Maria Giuseppetti. “Pieve Torina è un esempio della ricostruzione in atto e della volontà della popolazione di non perdere le proprie radici.  Abbiamo inaugurato nei mesi scorsi il poliambulatorio, una piscina, oggi una struttura sportiva e civica fondamentale per la ripartenza del paese”, ha affermato Acquaroli, nel corso della cerimonia di Pieve Torina.

Il presidente ha ringraziato tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione delle infrastrutture che tengono unita e salda la comunità locale: “Lo dobbiamo per i tanti bambini che qui troveranno nuovi spazi. Sono loro che ci infondono coraggio e forza per superare tanti momenti difficili. Cinque anni fa si aggravava un dramma che ha colpito le nostre terre. Dopo cinque anni intravediamo e tocchiamo una ricostruzione che si sta concretizzando non solo a Pieve Torina”.

Il presidente Acquaroli non ha nascosto le difficoltà ancora esistenti: “Le conosce e le vivete tutti i giorni- ha detto rivolgendosi ai cittadini-. Ma la determinazione di tutta la filiera istituzionale impegnata nella ricostruzione, unita alla generosità di tanti benefattori e alla resilienza della popolazione, saranno decisive per compiere l’ultimo passo: quello che porterà alla normalità e a garantire un futuro migliore alle giovani generazioni”. A Caldarola, a seguire, il presidente Acquaroli ha fatto il punto della situazione relativamente sulla ricostruzione cittadina insieme al sindaco Giuseppetti. Una riunione tecnica che ha permesso di analizzare criticità e opportunità per una nuova ripartenza del paese e comprendere lo stato dell’arte di alcune opere. È seguito un sopralluogo nel centro storico gravemente danneggiato dal sisma, con visite al Palazzo comunale, sede dei musei Civici, e al Teatro comunale, oltre al Castello nel borgo antico. Acquaroli ha ribadito l’impegno della Regione a promuovere tutte le iniziative utili a garantire sostegno alla comunità locale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»