Lamorgese chiama Liliana Segre: “Insulti razzisti intollerabili”, incontro mercoledì al Viminale

“La conosco da anni- ricorda il ministro dell'Interno-. Rappresenta la memoria di una pagina terribile della storia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ho telefonato a Liliana Segre per esprimerle la vicinanza e la solidarietà mia e di tutto il ministero dell’Interno riguardo alle minacce, agli attacchi ed agli insulti razzisti che riceve quotidianamente sulla rete. La incontrerò il prossimo mercoledì”. Lo riferisce il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

“La conosco da anni- continua la nota- Rappresenta la memoria di una pagina terribile della storia. La sua figura e il suo impegno civile costituiscono un esempio per il Paese e devono essere di ispirazione per tutte le giovani generazioni. È massimo lo sforzo del ministero dell’Interno per contrastare il linguaggio di odio e intolleranza oramai troppo diffuso in rete. Occorre un impegno da parte di tutti per contrastare un fenomeno intollerabile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»