Trovati rifiuti tossici a Rocca Cencia: sigilli dei vigili ad un’area protetta – FOTO

Ad aggravare la situazione il fatto che l'area e' protetta in quanto insistente sulle falde denominate "pantano" e " borghesiana" ricomprese nel bacino acquifero dei Colli Albani, che alimentano l'acquedotto dell'Acqua Vergine
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

rifiuti tossici a rocca cencia2ROMA – Sono stati apposti questa mattina i sigilli ad una vasta area in localita’ Rocca Cencia, dove gli uomini del gruppo Spe della polizia locale di Roma Capitale diretti da Antonio Di Maggio, su delega del Sostituto Procuratore della Repubblica Galanti, unitamente a personale ispettivo dell’Acea, avevano svolto indagini e controlli. In particolare, da uno scavo eseguito per realizzare lavori di costruzione era emerso come, l’intera area era stata impiegata per smaltire illegalmente tonnellate di rifiuti pericolosi liquidi e solidi, classificati come tossici e nocivi.

Ad aggravare la situazione il fatto che l’area e’ protetta in quanto insistente sulle falde denominate “pantano” e ” borghesiana” ricomprese nel bacino acquifero dei Colli Albani, che alimentano l’acquedotto dell’Acqua Vergine.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»