hamburger menu

Pubblicato il primo bando di concorso speciale per gli atleti paralimpici della Polizia

Saranno assunti 14 tesserati delle Federazioni sportive riconosciute del CIP. Pancalli: "Passo in avanti sul piano civile e sociale"

Pubblicato:27-09-2022 18:51
Ultimo aggiornamento:27-09-2022 18:51
Canale: Articoli
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Oggi, presso gli uffici del Viminale, il presidente del Comitato Italiano Paralimpico (Cip), Luca Pancalli, ha incontrato il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Lamberto Giannini. Scopo di tale incontro la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, quarta serie speciale ‘Concorsi ed esami’ del primo bando di concorso speciale per atleti paralimpici della Polizia di Stato. Presente all’incontro il Presidente del Gruppo sportivo della Polizia di Stato Fiamme Oro, Francesco Montini. Il bando prevede l’assunzione di 14 atleti tesserati presso le Federazioni sportive nazionali riconosciute del Comitato italiano paralimpico (CIP), iscritti nelle liste degli atleti di interesse nazionale e paralimpico per le discipline di scherma, tiro con l’arco, tiro a segno, nuoto, sci alpino e snowboard. Si tratta di una novità importantissima per tutto il movimento paralimpico e, soprattutto, per lo sport nazionale.

LE PAROLE DEL PREFETTO GIANNINI

“Il nuovo bando prevede l’assunzione a tempo indeterminato e rappresenta un passo verso la totale parificazione tra atleti normodotati e paralimpici. La promozione dei valori dello sport paralimpico si inserisce nel percorso di inclusione portato avanti dalla Polizia di Stato ormai da alcuni anni, nel quotidiano come nell’ambito sportivo. Questi atleti, che si sono resi protagonisti di risultati sportivi importanti per l’Italia, daranno un grande contributo alla nostra Istituzione”.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE PANCALLI

“Oggi grazie al prezioso lavoro svolto dalla Polizia di Stato e dalle Fiamme Oro il nostro Paese compie un altro importantissimo passo in avanti sul piano civile e sociale. Con questo concorso gli atleti paralimpici italiani potranno usufruire di un’altra preziosa opportunità per proseguire l’attività agonistica all’interno di un’eccellenza sportiva del nostro Paese, come le Fiamme Oro, al pari dei colleghi olimpici. Il percorso indicato dalla riforma, che ha rappresentato un passaggio storico, prosegue dunque a vele spiegate nella direzione auspicata. Oggi ho voluto rivolgere il mio sentito ringraziamento al Capo della Polizia di Stato, Prefetto Lamberto Giannini, e al dottor Francesco Montini per il lavoro svolto e per la grande attenzione rivolta allo sport paralimpico. Si tratta di un contributo determinante per la crescita del nostro movimento”.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE MONTINI

“Sin dal 2012 le Fiamme oro della Polizia di Stato hanno iniziato a tesserare gli atleti paralimpici per i propri gruppi sportivi, grazie ad un accordo di collaborazione con il CIP. Con questo bando gli atleti entreranno invece a far parte del ruolo tecnico-scientifico della Polizia di Stato e questo rappresenta un unicum nei gruppi sportivi paralimpici delle Forze armate e di polizia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-27T18:51:43+01:00