NEWS:

Dalila Nesci, Ernesto Magorno e Andrea Gentile fuori dal nuovo Parlamento

In Calabria deludenti le percentuali del Terzo polo, Impegno civico, Noi moderati e Unione popolare

Pubblicato:27-09-2022 14:14
Ultimo aggiornamento:27-09-2022 14:14
Autore:

parlamento approva Def
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

REGGIO CALABRIA – La Calabria nel nuovo parlamento potrà contare su 19 rappresentanti, sommando gli eletti all’uninominale e al plurinominale per Camera dei deputati e Senato della Repubblica. Le urne hanno assegnato 12 seggi alla coalizione di centrodestra: 5 a Fratelli d’Italia, 4 a Forza Italia e 3 alla Lega. Al Movimento 5 stelle quattro seggi, 3 alla coalizione di centrosinistra, tutti ad appannaggio del Partito democratico.

Conferme, nuovi ingressi, ma anche alcune uscite di scena in Calabria. Non è passata inosservata quella della sottosegretaria uscente Dalila Nesci, pentastellata della prima ora, poi confluita in Impegno civico, partito che ha raggiunto lo 0,89% al plurinominale alla Camera. Non rientra in parlamento neanche l’attuale coordinatore di Italia viva in Calabria, Ernesto Magorno, sindaco di Diamante (Cosenza) e tra i più attivi sostenitori di Matteo Renzi. La prima uscita del Terzo polo, con Iv in sinergia con Azione di Carlo Calenda, si è fermata al 4,14%.

SOTTO LE ASPETTATIVE RAGGRUPPAMENTO DI CENTRO E DE MAGISTRIS


Sotto le aspettative anche il primo tentativo alle politiche di Unione popolare di Luigi de Magistris, alla Camera ha raggiunto il 2,27%, al Senato il 2,05%, nonostante il traino di due consiglieri regionali eletti lo scorso anno. Sul fronte del centrodestra ha registrato un dato negativo l’aggregazione di Noi moderati che univa Udc, Noi con l’Italia, Coraggio Italia, Italia al centro. Le quattro sigle hanno raggiunto lo 0,82% al Senato e l’1% alla Camera.

CENTRODESTRA PERDE L’UNICO COLLEGIO UNINOMINALE CON MARCO GENTILE

Sempre nello stesso schieramento ha fatto molto rumore la sconfitta al collegio uninominale di Cosenza-Tirrenica del candidato azzurro Andrea Gentile, erede di una storica famiglia politica di Cosenza. Il padre di Gentile, Tonino, è stato più volte deputato e sottosegretario, lo zio Giuseppe Gentile tra i decani del Consiglio regionale e più volte assessore regionale, mentre la cugina di Andrea, Katya Gentile, è stata vicesindaca di Cosenza. Nel collegio cosentino è stato sconfitto di misura dalla candidata del M5s Anna Laura Orrico, deputata uscente ed ex sottosegretaria ai Beni culturali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy