Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ema avvia la valutazione per la terza dose di Moderna dai 12 anni

vaccino_moderna
La somministrazione almeno 6 mesi dopo la seconda dose
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Agenzia europea per i medicinali ha iniziato a valutare una domanda per l’uso di una dose di richiamo di Spikevax, il vaccino anti Covid-19 di Moderna, da somministrare almeno 6 mesi dopo la seconda dose a persone di età pari o superiore a 12 anni. Lo rende noto la stessa Ema. Le dosi di richiamo vengono somministrate alle persone vaccinate, cioè persone che hanno completato la vaccinazione primaria, per ripristinare la protezione dopo che è diminuita. Il comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell’Ema effettuerà una valutazione accelerata dei dati presentati dalla società che commercializza Spikevax (Moderna), compresi i risultati di uno studio clinico in corso. Sulla base di questa revisione, il Chmp raccomanderà se gli aggiornamenti alle informazioni sul prodotto siano o meno appropriati. L’Ema comunicherà l’esito della valutazione a tempo debito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»