Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La sfida del Giappone: taxi volanti entro il 2025

auto taxi volante
La startup SkyDrive Inc. punta a lanciare i mezzi in occasione della prossima esposizione universale di Osaka
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(Foto SkyDrive Inc.)

FUKUOKA – La startup giapponese SkyDrive Inc., specializzata nello sviluppo di macchine volanti, ha annunciato di essere al lavoro per presentare la sua prima auto-taxi volante tra quattro anni, in occasione della prossima esposizione universale di Osaka del 2025. L’azienda, che ha sede a Tokyo, è stata fondata da tre anni ed ha un organico di circa 100 tra ingegneri e tecnici, tra i quali diversi esperti ex Toyota Motor Corp. e Mitsubishi Heavy Industries Ltd.

La nostra missione è guidare la prossima rivoluzione della mobilità, evento che avviene una volta ogni secolo. Cento anni fa, automobili e aeroplani sono entrati a far parte del nostro uso comune ma da allora non c’è stata alcuna rivoluzione, solamente miglioramenti”, ha dichiarato in conferenza stampa il ceo Tomohiro Fukuzawa, che appena il mese scorso ha siglato un accordo con la prefettura di Osaka e la città di Osaka per lavorare all’utilizzo pratico delle auto volanti nella metropoli giapponese in vista dell’Expo 2025. L’evento, al quale secondo gli organizzatori prenderanno parte circa 150 Paesi (50 dei quali già confermati) e 25 organizzazioni internazionali, si svolgerà tra il 13 aprile e il 13 ottobre 2025.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»