A Roma chiudono le stazioni di Castro Pretorio e Policlinico. L’ira dei pendolari sui social

Atac comunica che le stazioni verranno chiuse per la sostituzione delle scale mobili. Non tardano ad arrivare le critiche per il disservizio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Proseguono i lavori per la sostituzione di 48 impianti, fra scale mobili, ascensori e tappeti mobili distribuiti in dieci stazioni della linea B della metropolitana. Si tratta di impianti arrivati a fine vita tecnica, avendo raggiunto il limite trentennale di utilizzo, e che quindi devono essere integralmente sostituiti con impianti di nuova costruzione. Adesso il cantiere verra’ aperto nella stazione Castro Pretorio, e successivamente a Policlinico, che date le differenti strutture degli impianti, secondo la normativa vigente sugli esodi in sicurezza, necessitano di chiusura di alcuni mesi per consentire smontaggio, rimontaggio e collaudi di ogni elemento. Castro Pretorio verra’ chiusa al pubblico dal prossimo lunedi’ 5 ottobre. Policlinico verra’ chiusa a partire dal prossimo 29 novembre“. Lo comunica Atac in una nota.

Quanto dureranno i lavori? “I tecnici stanno ultimando le ricognizioni per stimare la data di conclusione dei lavori, che verra’ comunicata nei prossimi giorni, e per studiare soluzioni di mobilita’ alternativa, anche prevedendo l’utilizzo di servizi sostitutivi”.

È subito bufera sui social che non ‘gradiscono’ il tempismo di Atac, scrive Danilo: “Tempismo perfetto! Ricominciano le lezioni in presenza alla Sapienza e, con l’emergenza COVID in corso, PROPRIO Policlinico deve chiudere ora?“. “In Giappone sostituiscono le scale mobili delle metro in un giorno, senza chiudere le stazioni. Per non creare disagio alle persone. Ma si sa, quello è un altro mondo“, gli fa eco Thelma.

Due servizi essenziali, Policlinico Umberto primo e biblioteca nazionale centrale, non raggiungibili con la metropolitana?!“, sottolinea Pat. Ma c’è anche chi apprezza: “Eccheppalleeee tutti a lamentarsi. Ma uno intelligente che dice menomale era ora no? Potete benissimo andare a piedi dalla prima fermata agibile. So 10 minuti. Oppure prendete il tram per arrivare a policlinico“.

Conclude Fabio: “….la Salerno Reggio Calabria l’hanno finita prima…..”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»