Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Italicum, Boschi: “No a modifiche, non si usi come arma sulle riforme”

Ora e nessuno puo' usare l'italicum come "arma di contrattazione" sulle riforme
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il governo non intende discutere di modifiche all’italicum ora e nessuno puo’ usare l’italicum come “arma di contrattazione” sulle riforme. Quanto all’ipotesi avanzata da Enrico Zanetti che si ridiscuta la legge elettorale dopo il voto delle amministrative, il ministro Maria Elena Boschi, alla festa di Scelta Civica di Salerno, non prende posizione: “Lo dice Zanetti…”.

 “C’e’ una coerenza da rispettare. L’abbiamo votata 4 mesi fa. E siccome ci abbiamo messo ‘solo’ 10 anni a trovare un accordo sulla legge elettorale… Secondo me, poi, l’italicum funziona. Io ritengo che sia una buona legge elettorale perche’ raggiunge l’obiettivo della stabilita’ dei governi. Al momento, in sostanza, non credo sia serio rimettere in discussione la legge elettorale”.

In riferimento alle parole di Zanetti, Boschi spiega: “Lui dice ‘vediamo come vanno le amministrative , poi valutiamo’. Ma al momento no. E non si puo’ usare la legge elettorale come arma di contrattazione sulle riforme costituzionali. Non lo dico a Scelta Civica che non lo fa, ma lo dico nel caso altri fossero tentati…”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»