Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Covid, è la Norvegia il paese che ha gestito meglio la pandemia nel mondo

Ecco la classifica 'Covid resilience ranking' stilata da Bloomberg: Italia al 16esimo posto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Buoni e cattivi. Fan di Vasco Rossi scusateci ma non stiamo parlando delle canzoni del vostro cantante preferito. I due aggettivi si riferiscono, infatti, alla modalità con cui i Paesi di tutto il mondo hanno gestito il Covid in questo anno e mezzo di pandemia. I primi hanno contrastato il coronavirus in maniera efficace, i secondi devono sicuramente migliorare la propria strategia difensiva. E così, nella classifica ‘Covid resilience ranking’ stilata da Bloomberg, si scopre che il Paese che sta contrastando meglio di altri il virus e che sta gestendo con efficacia la pandemia c’è la Norvegia. Secondo i dati riferiti al 25 agosto 2020, il Paese scandinavo, lo stato europeo più settentrionale, fa segnare un punteggio di 80.1 ed un 59,9% di popolazione vaccinata.

Subito dopo l’Olanda: il Paese dei tulipani recupera 12 posizioni, registra 75.8 punti e vanta un 63.1% di vaccinati. Sul terzo gradino del podio, a poca distanza, la Finlandia, che guadagna un posto e raggiunge 75 punti, con il 59,3% di vaccinati. L’Irlanda conquista quattro posizioni e si piazza al quarto posto, con 74.6 punti ed il 67,1% di vaccinati. Quinta l’Austria, con un punteggio di 74.5 e con il 58,3% della popolazione a cui è stato inoculato il vaccino anti Covid. In sesta posizione troviamo il Belgio, con 73.5 punti e il 69,4% di popolazione vaccinata. La Germania conquista la settima posizione e fa segnare 73.4 punti e il 60,1% di vaccinati.

Per trovare il primo Paese non europeo dobbiamo arrivare all’ottavo posto, occupato da Singapore: 73.3 punti ed il 76,7% di vaccinati per l’isola città-stato asiatica a sud della Malesia. Per gli ultimi due posti della ‘Top Ten’ si torna in Europa: nona è la Svizzera, che perde ben sette posizioni e fa segnare un punteggio di 73.2, con una percentuale di vaccinati pari al 55,1%. Stesso punteggio, 73.2, per la Spagna. Ultimi, in decima posizione pur guadagnando dieci posizioni, gli iberici chiudono la classifica con il 68,8% di popolazione vaccinata.

Fin qui, dunque, i ‘buoni’. E i ‘cattivi’? Se dovessimo rifarci alle rime del Vasco nazionale, per l’Italia non sarebbero certo note liete. Per trovare il Bel Paese dobbiamo infatti scendere fino al 16esimo posto, nonostante abbia recuperato 11 posizioni. Secondo i dati, il punteggio è di 71.7 e la percentuale dei vaccinati è pari al 62,8%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»