Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Ricercato internazionale arrestato nel Trapanese, aveva rapito le tre figlie

carabinieri
Alcune settimane addietro, in Francia, assieme ad altri tre complici, l'uomo avrebbe messo in atto una rapina in abitazione e violentato la moglie del proprietario
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – I carabinieri di Mazara del Vallo (Trapani) hanno messo fine all’incubo di una madre di un paesino del sud della Francia. La donna non aveva avuto più notizie delle figlie e, temendo che l’ex marito, un tunisino 40enne, potesse fuggire in Italia per poi raggiungere la Tunisia, si era rivolta anche al Comando generale dell’Arma dei carabinieri per chiedere aiuto. I militari, in collaborazione con la Gendarmeria nazionale francese, hanno subito diramato le ricerche in tutta Italia: le foto delle bambine e dell’uomo, che era anche ricercato perché accusato di gravissimi reati, sono così giunte in tutte le Stazioni dei carabinieri d’Italia.

Secondo gli investigatori francesi, alcune settimane addietro, in Francia, assieme ad altri tre complici, l’uomo avrebbe messo in atto una rapina in abitazione e violentato la moglie del proprietario di casa per costringere quest’ultimo a consegnare tutti i beni di valore in suo possesso: da qui l’emissione di un mandato di arresto europeo per rapina aggravata, violenza sessuale di gruppo e sequestro di persona da parte delle autorità transalpine. L’uomo, sospettando di essere stato scoperto, aveva deciso di tornare in Tunisia e, prima di fuggire, aveva anche rapito le tre bambine che erano affidate in via esclusiva alla ex moglie. I carabinieri sono riusciti a rintracciarlo grazie alla collaborazione di un cittadino che aveva segnalato al Comandante di Stazione la presenza in paese di uno straniero che si aggirava con fare sospetto insieme con tre bambine. L’uomo è stato bloccato mentre era in attesa di un bus per lasciare Mazara del Vallo. Le piccole sono state affidate ad una comunità per minori in attesa che la madre possa riabbracciarle. Il 40enne si trova nel carcere di Trapani. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»