Kosovo, Kfor e ambasciatori a Decani: “Aderire a legge zona speciale”

Cosi', in una nota, la missione Kfor.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi ambasciatori e incaricati d’affari di Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Stati Uniti, insieme a rappresentanti dell’Ue, dell’Osce e al comandante della missione Kfor, a guida Nato, il generale Michele Risi, hanno visitato la regione di Decani. Li’ hanno incontrato il sindaco Bashkim Ramosaj e padre Sava Janjic, del monastero di Decani. Nel corso dei colloqui previsti durante la visita le rappresentanze del Kosovo sono state invitate ad aderire rigorosamente alle leggi del Paese, in particolare a quella del 2008 sulle zone di protezione speciale, e ad affrontare qualsiasi preoccupazione nel quadro del Consiglio di monitoraggio, prima di intraprendere qualsiasi azione. Le autorita’ kosovare sono state inoltre invitate ad attuare la sentenza della Corte costituzionale del 19 maggio 2016 relativa alla controversia sulla terra di Decani e per questo le delegazioni in visita hanno chiesto al governo del Kosovo di risolvere rapidamente la questione dei lavori stradali in conformita’ con la legge che regolamenta la zona speciale”. Cosi’, in una nota, la missione Kfor.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»