Coronavirus, la Commissione europea firma il primo contratto per il vaccino: è quello di Irbm Pomezia-Oxford

Accordo con Astrazeneca per acquisto di 300 milioni di dosi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

BRUXELLES – La Commissione europea ha firmato oggi il primo contratto per un vaccino contro il coronavirus con l’azienda farmaceutica AstraZeneca. Il contratto permetterà l’acquisto di 300 milioni di dosi da distribuire a tutti gli Stati membri, con un’opzione per un eventuale acquisto di altre 100 milioni di dosi.  La commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, Stella Kyriakides, ha ricordato l’importante lavoro sottotraccia effettuato da Francia, Germania, Italia e Paesi Bassi, specificando che “ci aspettiamo di annunciare altri accordi con aziende del settore”.  Il vaccino prodotto da AstraZeneca, in collaborazione con l’università di Oxford e la Irbm di Pomezia, è attualmente nella fase 3, l’ultima, dei test clinici.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

27 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»