hamburger menu

Vezzali sceglie Forza Italia: “Pronta a contribuire”

"È il movimento che meglio interpreta i valori propri dello sport"

28-07-2022 17:31
valentina vezzali
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Valentina Vezzali sceglie Forza Italia. La sottosegretaria alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport si mette a disposizione del partito fondato da Silvio Berlusconi definendolo il “movimento che meglio interpreta i valori propri dello sport: lealtà, linearità, determinazione e passione”.

Vezzali, 6 ori olimpici e 16 ori mondiali, ha deciso di “giocare in prima persona la partita per il rilancio del Paese“. Lo sport “unisce e non divide. Forza Italia- spiega- si è sempre impegnata, con generosità, per affrontare questo difficile momento, segnato prima dalla pandemia e dopo dalla guerra in Ucraina. Infatti, con responsabilità, ha partecipato alla costruzione di un esecutivo di emergenza nazionale e adesso lavora per essere il pilastro moderato di un governo politico forte, in grado di rispondere ai bisogni di famiglie e imprese, messe a dura prova”.

Quindi la dichiarazione che sancisce la sua discesa in capo: “Sono a disposizione di un partito che sa dare spazio alle donne e ai giovani, investendo risorse ed energie nelle pari opportunità, nella istruzione e nella formazione. Forza Italia sa declinare i principi del liberismo, dell’europeismo e dell’atlantismo e sono orgogliosa e pronta a contribuire con la mia esperienza sportiva, di esponente politico, di rappresentante delle istituzioni, ma soprattutto di madre e di donna”.

RONZULLI: “CALOROSO BENVENUTO A VEZZALI, AZZURRE ANCORA PIÙ FORTI”

“L’esperienza di Valentina Vezzali sarà fondamentale. Da oggi, le donne di Forza Italia, ricche di valori indissolubili come libertà e democrazia, sono ancora più forti. Al contrario di coloro che vivono con la logorante passione per la poltrona. A Valentina, va il mio caloroso benvenuto”, scrive Licia Ronzulli, vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, sui suoi profili social.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-28T17:31:15+02:00