Camping River, il giorno dopo lo sgombero la popolazione ancora in strada

La polizia nega l'accesso ai giornalisti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Si trovano ancora in strada molti degli ormai ex residenti del Camping River. Centinaia di persone, comprese donne e bambini sono infatti accampati all’esterno dell’insediamento, esposti a pioggia e alle temperature elevate del giorno, con cumuli di effetti personali ammassati. Intanto, e’ ancora sbarrato l’accesso ai cronisti. La Polizia di Roma Capitale ha bloccato l’ingresso ai giornalisti all’inizio di via Tenuta Piccirilli negando cosi’ la possibilita’ di documentare le condizioni della popolazione sgomberata. Durante le prime ore della mattinata sono continuate le rimozioni dei moduli rimasti.

IN CORSO RIMOZIONE TOTALE CONTAINER RIMASTI

Prosegue il day after al Camping river. Dopo lo sgombero di ieri, la popolazione rom dall’esterno del campo sta assistendo allo smantellamento dei rimanenti moduli abitativi, che secondo quanto si apprende, entro oggi verranno portati via tutti, probabilmente anche per impedire altri disordini con le persone che provano a forzare l’ingresso per tornare nei container. La notte scorsa, dopo l’acquazzone che si è abbattuto su Roma, le donne e i bambini hanno trovato riparo nell’ex pizzeria adiacente all’insediamento, in strada invece gli uomini.

Camping River, ecco come si è arrivati allo sgombero

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»