Regionali 2020, Ceccardi: “Io antifiorentina? Storytelling della sinistra”

La candidata leghista alle Regionali in Toscana: "Mobiliteranno le masse contro il mio presunto fascismo"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

FIRENZE – “Gli avversari dicono che sono antifiorentina, che indosso la mascherina traforata di pizzo e invece dentro c’è il cotone, che sono Salvini in gonnella e quindi magari con un po’ di sessismo, che sono inadeguata e che magari non ho mai fatto il sindaco”. È quanto ha dichiarato ai cronisti la eurodeputata della Lega e candidata a governatrice della Toscana per il centrodestra, Susanna Ceccardi, a margine di una iniziativa ieri in città.

L’esponente del Carroccio, ex sindaco di Cascina (Pisa), commenta le accuse mosse anche da alcuni alleati nelle scorse settimane di essere antifiorentina.

“C’è sicuramente- aggiunge- uno storytelling negativo sulla mia figura che la sinistra sta facendo. Mobiliteranno le masse contro il mio presunto fascismo, io sono nipote di un partigiano ammazzato dai fascisti. Ne diranno tantissime e saremo sotto un fuoco incrociato di critiche e accuse infondate. Sono pronta, ho resistito finora a tutte le accuse che mi hanno fatto..”, promette.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

27 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»