‘DireOggi’, il free press della Dire è sullo smartphone alle 17

“Vogliamo dare voce a chi ogni giorno nella realtà compie un lavoro fondamentale, ma in silenzio e senza trovare spazio e visibilità"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dire Oggi è il quotidiano online gratuito realizzato dall’agenzia Dire tutti i giorni alle 17 in punto. È consultabile cliccando sul sito internet dire.it o scaricando l’app Dire Oggi su smartphone e tablet.

LEGGI DIREOGGI

Nel pomeriggio, nella sede dell’agenzia in corso d’Italia a Roma, si è svolta la conferenza stampa di presentazione con il direttore Nico Perrone e il caposervizio Emanuele Nuccitelli, cui hanno preso parte anche il segretario della Cna di Roma, Stefano Di Niola, e il direttore del Giornale Radio Sociale, Ivano Maiorella.

“Dire Oggi è una vetrina per i nostri gioielli, i giornalisti di ogni redazione dell’agenzia sparsi in tutta Italia- ha detto Nuccitelli- Ogni giorno, alle 17, facciamo un resoconto fresco, puntuale e multimediale – e dunque con foto e video – delle nostre notizie principali: politica e Parlamento, ambiente, sociale, scuola, giovani, pediatria, cultura e sport e poi pillole dai territori dove ci sono i nostri inviati. E poi la cronaca di Roma e del Lazio, le notizie dall’Emilia Romagna alla Campania, dal Friuli alla Sicilia. E gli esteri. Il tutto arricchito con pagine tematiche settimanali, come quella sui libri, sul cinema o sulle donne”.

Direoggi non è solo cronaca ma anche approfondimento ed è un quotidiano “aperto”: ogni giorno ospita i contributi di associazioni, comitati di quartiere, cooperative, sindacati e realtà del territorio e del sociale che vogliono mettersi in mostra a un pubblico selezionato e far conoscere la propria attività.

“Vogliamo dare voce a chi ogni giorno nella realtà compie un lavoro fondamentale, ma in silenzio e senza trovare spazio e visibilità- ha detto il direttore dell’agenzia Dire, Nico Perrone – Accanto alle notizie dei nostri giornalisti, in Dire Oggi ci sono i contributi che arrivano dalle realtà che hanno deciso di collaborare a una nuova idea editoriale, aperta e affidabile. Nel nostro free-press infatti non ci sono fake news, ma solo notizie certificate, controllate e validate dal lavoro di ricerca dei nostri giornalisti”.

“La Cna cerca di dare il proprio contributo alla crescita della città- ha aggiunto il segretario della Cna di Roma, Stefano Di Niola, tra i primi partner editoriali dell’iniziativa – Grazie a Dire Oggi riusciamo a far sapere e a comunicare quello che facciamo. È un metodo di comunicare fresco, nuovo e veloce che giudichiamo positivo. L’app è estremamente gradevole, si consulta facilmente e offre molte informazioni e notizie che spesso non trovano spazio nei quotidiani. Così come veri artigiani, anche la vostra redazione ha grande cura del lavoro che fa”.

“È molto importante uscire con una nuova idea editoriale in questo momento. Il sociale che crea lavoro spesso non fa notizia, raccontarlo è un nostro dovere. Per questo Dire Oggi è un’iniziativa da sostenere perché da voce a chi spesso non trova spazio altrove”, ha concluso il direttore del Giornale Radio Sociale, Ivano Maiorella.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

27 Giugno 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»